ingredienti
  • Per la pasta di pane
  • Farina tipo 0 500 gr • 349 kcal
  • Acqua 150 ml • 21 kcal
  • Olio extravergine di oliva 2 cucchiai • 79 kcal
  • Sale marino un cucchiaino • 750 kcal
  • Lievito di birra 25 gr, fresco • 325 kcal
  • Per il ripieno
  • Bieta 400 gr • 19 kcal
  • Spinaci 400 gr • 24 kcal
  • Acciughe 10 sott'olio • 204 kcal
  • Latte parzialmente scremato 130 ml • 49 kcal
  • Uova 1 • 600 kcal
  • Sale marino q.b. • 750 kcal
  • Pepe nero q.b. • 79 kcal
  • Capperi 2 cucchiaini sott'aceto • 25 kcal
  • Cipolla 1, gialla • 365 kcal
  • Per decorare
  • Olive verdi una manciata denocciolate • 142 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La torta salata con spinaci è una torta salata realizzata con una base di pasta sfoglia ripiena di spinaci e verdure miste.

Come si fa la torta salata con spinaci

Scaldate circa 100 ml di acqua e, appena tiepida, scioglieteci dentro il panetto di lievito di birra. Su un piano disponete la farina a fontana e, al centro, l'olio, il lievito sciolto nell'acqua e il sale. Lavorate il composto prima con una forchetta e poi, man mano che si asciuga, con le mani e tanta energia. Aggiungete acqua poco per volta, fino a quando non otterrete un panetto sodo che avrà assorbito tutta la farina. Lavorate il panetto per una decina di minuti, mettetelo in un'ampia insalatiera e lasciatelo riposare per un'ora, coperto con un canovaccio, in un luogo caldo.

Lavate gli spinaci e le biete, toglietegli l'eccesso di acqua e tagliateli a striscioline sottili.

Tagliate finemente la cipolla, mettetela in una padella molto capiente con un cucchiaio d'olio e fatela appassire a fuoco medio coperta con il coperchio. Aggiungete un filo d'acqua di cottura, nel caso ce ne fosse bisogno, per non farla scurire. Aggiungete le acciughe tagliate  a pezzetti e mescolatele bene per farle sciogliere.

Aggiungete le verdure e i capperi. Usate un tegame molto capiente o una pentola wok.

Quando le verdure saranno appassite aggiustate di sale e pepe e cuocetele coperte a fuoco medio lasciando evaporare l'acqua che avranno tirato fuori. Questa fase è molto importante perché le verdure devono essere ben asciutte prima di passare alla fase successiva.

Mentre aspettate che le verdure cotte si raffreddino, prendete il panetto e tagliatene un pezzo che terrete da parte per ricavare le strisce di decorazione della torta salata

stendete quindi la pasta con il mattarello (lo spessore dovrà essere di circa 1/2 cm)

adagiatela su una tortiera precedentemente oliata e foderatela di pasta.

In una ciotola sbattete l'uovo con una forchetta, aggiungete il latte e unite le verdure oramai fredde. Mischiate bene il tutto, questo sarà il ripieno della vostra rustica.

Riversatelo nella tortiera foderata di pasta e livellatelo per bene. Ricavate con la pasta tenuta da parte delle strisce e usatele per decorare il rustico.

Rigirate il bordo della torta così da coprire l'attaccatura delle strisce e bucatelo con la forchetta di modo che, cuocendo, non si gonfi. Infine usate le olive per decorare la torta come in foto. Non preoccupatevi se c'è un poco di liquido che fuoriesce e bagna in superficie la torta, in forno asciugherà.

Cuocete in forno caldo a 180° per 35 minuti circa e fate raffreddare prima di sformarla. Questa torta si conserva anche per 4 giorni purché mantenuta in frigo.

Origini della torta salata

La torta salata ha origini che affondano le loro radici nel periodo pre-cristiano, dove le popolazioni contadine la preparavano per ringraziare le divinità per le primizie dell'orto. Di tradizione cattolica, invece, è la torta rustica di verdure, nata intorno al 1530 e conosciuta oggi come torta pasqualina. Si tratta di una specialità dei Doria, famiglia genovese, ed è chiamata così proprio perché si prepara soprattutto durante il periodo pasquale. Secondo la ricetta tradizionale, la torta salata si prepara con le bietole, proprio per denotare le umili origini, ma, nel corso dei secoli, la torta Pasqualina si è arricchita di uova e formaggio diffondendosi anche nel Sud Italia.