ingredienti
  • Pasta brisé 2 confezioni • 450 kcal
  • Ricotta 250 gr • 146 kcal
  • Parmigiano 70 gr • 374 kcal
  • Uova 6 • 21 kcal
  • Noce moscata q.b.
  • Pepe nero q.b. • 79 kcal
  • Sale marino q.b. • 750 kcal
  • Olio extravergine di oliva q.b. • 79 kcal
  • Spinaci lessi, 500 gr • 24 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La torta pasqualina è una torta salata preparata a Pasqua, tipica della tradizione culinaria genovese, composta da delicate sfoglie sottili di pasta sfoglia o brisée con ripieno di biete o spinaci, ricotta e uova. La ricetta della torta pasqualina non è unica perché ogni famiglia ha la sua ricetta tradizionale ma il ripieno può essere realizzato anche con carciofi o biete.

La torta pasqualina genovese può essere servita come antipasto o secondo piatto e può essere mangiata anche fredda, il che la rende ideale per la classica gita fuori porta del Lunedì dell'Angelo o per un semplice picnic.

Come si fa la torta pasqualina

Mescolate la ricotta di mucca con 20 grammi di parmigiano grattugiato, un uovo, una grattata di noce moscata e un pizzico di sale.(1) Create una crema e fate riposare in frigorifero. Lessate gli spinaci, strizzateli, salateli e scolateli. In una padella scaldate l'olio e fate rosolare lo scalogno e aggiungete gli spinaci. (2) Fateli insaporire e spegnete il fuoco. Lasciate intiepidire e trasferiteli su di un tagliere per farli a piccoli pezzetti. In una ciotola, mescolateli con un uovo, 50 grammi di parmigiano e una bella grattata di pepe (3) amalgamando bene il tutto e fino a ottenere una crema morbida.

Foderate una teglia a cerniera con della carta da forno e adagiatevi sopra un primo disco di pasta brisé. Forate la base di pasta con i rebbi di una forchetta per evitare che, in cottura, possano formarsi delle bolle che rovinerebbero la ricetta. Farcitela con la crema di spinaci e livellatela per bene evitando spazi vuoti e bolle d'aria. (4) Aggiungete la crema di ricotta e spalmatela sull'intera superficie della torta Pasqualina. Create quattro fori sulla superficie della crema di ricotta e fate scivolare quattro uova sgusciate, dopo aver separato i tuorli dagli albumi.(5) Ricoprite con il secondo disco di pasta brisé. Richiudete i bordi della torta pasqualina in modo che, in cottura, non si apra. Spennellatela di latte e cuocete in un forno ventilato preriscaldato per 40 minuti circa a 180°.(6)

Sfornate la torta pasqualina e fatela intiepidire prima di toglierla dalla teglia. Potete servirla subito oppure gustarla fredda per un picnic.

Tutti i trucchi per non sbagliare la torta pasqualina

Una torta pasqualina perfetta non può essere fatta con la pasta sfoglia ma con la pasta brisée, come facciamo noi. L'impasto dovete prepararlo manualmente seguendo la ricetta base della brisée. Se volete fare la vera torta pasqualina genovese dovete usare le bietole al posto degli spinaci e la prescinseua, il tipico formaggio ligure cagliato, al posto della ricotta. Se optate per la ricetta originale, allora dovete prestare attenzione alla fase dello sgocciolamento: dopo aver pulito le bietole, dovete lessarle e farle sgocciolare bene per poi strizzarle e tritarle. Poi passate alla prescinseua, fatela sgocciolare e mescolatela al composto.

Che vino abbinare

Alla torta pasqualina potete abbinare un vino bianco non invecchiato, aromatico e morbido al gusto, da servire freddo.

Origine della torta pasqualina

La torta pasqualina ha origini molto antiche, era infatti già conosciuta nel 1400 e il suo nome è legato alla simbologia della Pasqua, sia per la presenza delle uova, ma anche per la sua sfoglia sottile come un velo: la base di pasta frolla che si userebbe per la torta Pasqualina, infatti, dovrebbe essere composta da 33 sfoglie, proprio come gli anni di Cristo. Oramai nessuno più si prende la briga di preparare così tanti strati e – per semplicità – il tutto viene ridotto a 3 o 4 strati sovrapposti.  Noi invece, per semplificare ancor di più, abbiamo saltato il passaggio in cui si prepara la sfoglia a mano e siamo ricorsi a della semplice pasta brisé (acquistabile in ogni supermercato, nel banco frigo) il che rende la ricetta molto più facile.

Conservazione

La torta pasqualina può essere conservata per un paio di giorni ma può essere anche congelata. Basterà, poi, scongelarla a temperatura ambiente e scaldarla in forno per cinque minuti.