ingredienti
  • Ricotta di pecora 500 g • 174 kcal
  • Uova 3 • 79 kcal
  • Zucchero bianco 100 g • 750 kcal
  • Scorza di limone 1 cucchiaino • 750 kcal
  • Scorza di arancia 1 cucchiaino • 470 kcal
  • Gocce di cioccolato fondente 100 g • 290 kcal
  • Marmellata di arance 2 cucchiai • 248 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La torta alla ricotta è un dolce soffice con un impasto a base di ricotta fresca, uova e zucchero che lo rende goloso. Il gusto e il profumo degli agrumi donano intensità e freschezza al dolce e la ricotta rende cremosa la torta. Gli ingredienti della torta, inoltre, le danno una consistenza molto morbida che si scioglie in bocca.

Perfetta per colazione o merenda, accompagnata da una tazza di tè o da una pallina di gelato, la torta alla ricotta si prepara velocemente ed è un' ottima base di partenza per torte da cuocere in forno, ma anche per dolci da servire al cucchiaio o piccola pasticceria.

Come preparare la torta alla ricotta

Preriscaldate il forno a 180°C. Amalgamate la ricotta e lo zucchero in una ciotola (1). Aggiungete le uova (2) e unite la marmellata (3).

Aggiungete la scorza degli agrumi (4) e le gocce di cioccolato (5). Versate il composto in una tortiera a cerniera imburrata (6) ed infornate per circa 45-50 minuti. Sformate e servite la torta alla ricotta quando sarà a temperatura ambiente.

Consigli

Personalmente ho voluto decorare la torta alla ricotta con un po' di granella di pistacchio e una fetta d'arancia. Su questa, poi, ho messo un ricciolo di crema di ricotta, ma solo prima di servirla. Non lasciatela, infatti, su troppo a lungo perché potrebbe inacidire a contatto col succo dell'arancia.

Questa torta io la definisco “da battaglia” è facilmente preparabile in ogni forno. Il consiglio spassionato che posso darvi è quello di metterla sempre a cuocere nel ripiano più basso. Se poi volessimo fare un ragionamento un po’ più tecnico e il vostro forno disponesse di tutte e due le funzioni, potrete iniziare la cottura con forno statico per i primi 30 minuti e terminare con la modalità ventilata esattamente come si tende a consigliare per le preparazioni dei soufflé.

Se state provando la versione di torta morbida o quella di semplice crema di ricotta e siete indecisi sulla quantità di zucchero da inserire nell’impasto perché magari volete diminuirlo, provate sempre ad assaggiare appena terminata l’operazione di amalgama tra ricotta e questo, se il grado di dolcezza vi soddisfa, fermatevi a quella quantità aggiunta sino a quel momento.

La torta, da metà cottura in poi, diventerà molto alta: non preoccupatevi se dopo la cottura in forno si sgonfierà avallandosi al centro perché è una sua caratteristica.

La torta alla ricotta è buonissima anche fredda, ottima quindi anche per i periodi più caldi; va conservata in frigorifero per 5-6 giorni massimo. Stessa cosa per la crema di ricotta, mentre possono essere conservate fuori dal frigorifero, coperte da pellicola o in contenitori ermetici, sia la crostata (ma non più di 4 giorni) che la versione di torta soffice da colazione (dopo 3 giorni potrebbe iniziare ad indurirsi).

Varianti

La torta alla ricotta può essere arricchita con pezzettoni di cioccolato ma, in alternativa, potete preparare una buonissima torta alla ricotta siciliana farcendo il pan di Spagna con la crema di ricotta. Aggiungete, poi, qualche scorzetta grattugiata di limone.

Con la ricotta, si possono creare tantissime torte, semplici e buone, che allieteranno le vostre giornate. Potete, ad esempio, preparare una torta allo yogurt e ricotta, leggero e al profumo di limone. Se amate la marmellata, provate a fare una torta di ricotta e marmellata, un dolce genuino da credenza, scegliendo il gusto che più preferite, dai frutti di bosco alle albicocche.

Se cercate qualcosa di più particolare, vi consiglio di preparare una deliziosa torta versata alla ricotta con la farcitura alla ricotta.

Per una torta farcita alla ricotta come in pasticceria: basterà amalgamare la ricotta con dello zucchero (io vi consiglio ogni 100 g di ricotta 1 cucchiaio raso di zucchero) creando una crema vellutata alla quale aggiungere a piacere spezie, frutta secca o disidratata o gocce di cioccolato e farcire un pan di spagna diviso a strati e bagnato con un po’ di acqua e zucchero o acqua e liquore.