ingredienti
  • Mascarpone 250 g • 460 kcal
  • Panna 250 g • 335 kcal
  • Zucchero 100 g • 750 kcal
  • Succo di limone di 2 limoni • 29 kcal
  • Scorza di limone di 2 limoni • 750 kcal
  • Acqua 100 ml • 21 kcal
  • Uova 3 • 750 kcal
  • Savoiardi 250 g • 391 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il tiramisù al limone non raggiungerà mai, forse, la fama del classico al caffè, ma di certo sta diventando una tra le versioni più amate. Con il suo gusto fresco e, direi, brioso rende leggera al palato ogni cucchiaiata, in più, si presta a molteplici varianti, da quelle più veloci a quelle più light; insomma, come resistergli?!

Come si prepara il tiramisù al limone (ispirato alla ricetta di Salvatore De Riso)?


In un pentolino, portate a 121°C (1) lo zucchero con 2 cucchiai di acqua (prendeteli dai 100 ml indicati negli ingredienti). Raggiunta la temperatura, versate immediatamente e a filo lo sciroppo sulle uova e montate (2) sino a quando non raggiungeranno una consistenza molto spumosa e dal colore chiaro. A parte, montate la panna (3).
Riducete il mascarpone in crema (4), aggiungete a questo prima il composto di uova e sciroppo (5), fate sempre attenzione ad amalgamarlo mescolando con delicatezza dal basso verso l'alto, e successivamente la panna (6). Aggiungete alla crema la scorza di limone (7). Preparate la bagna miscelando il succo del limone con l'acqua ed un paio di cucchiaini di zucchero (facoltativo) o secondo le varianti che vi suggerisco più in giù ed immergetevi i savoiardi (8). Adesso siete pronti per assemblare il vostro tiramisù al limone, intervallate un po' di crema con i savoiardi (9) e terminate o semplicemente con un po' di scorza di limone, oppure, come ho fatto io, aggiungendo anche delle scaglie di cioccolato bianco.

Come si fa la bagna per il tiramisù al limone?

La bagna più semplice da preparare per il tiramisù al limone è quella che vede miscelate 1 parte d’acqua, una di succo di limone e un po’ di zucchero in base al vostro gusto, ma non privatevi di sperimentare. Personalmente vi consiglio di prvare ad ggiungere alla bagna un po’ di liquore, perfetti risultano sia il limoncello che uno allo zenzero.

Come sostituire il mascarpone?

Provate a sostituire il mascarpone con la ricotta o con lo yogurt greco, ottima risulta anche la crema al limone. Tutte e tre queste vaianti possono essere accompagnate dalla panna, ma non necessariamente. Per dare loro il gusto del limone, basterà amalgamare a queste creme alternative la sua scorza (ovviamente, ciò è diverso per la crema al limone di cui avete da pare un passaggio in cottura).

Si può fare il tiramisù senza panna?

Un tiramisù senza panna è possibilissimo, basterà eliminarla dalla preparazione e separare i tuorli dagli albumi montando anche questi ultimi ed amalgamandoli piano piano solo alla fine. In alternativa, si può aggiungere al mascarpone dello yogurt greco.

Varianti

Il tiramisù al limone si presta ad essere modificato ed arricchito in tantissimi modi, vediamone alcuni.

Tiramisù al limone con la frutta

Provate ad aggiungere pezzi di frutta fresca o sciroppata; fragole frutti di bosco, pesche ed ananas sembrano essere gli abbinamenti più apprezzati dai commensali.

Tiramisù al limone con pistacchi, mandorle e pinoli

Anche la frutta secca può arricchire e dare un tocco in più al vostro tiramisù al limone, il massimo lo si raggiunge con pistacchi, sia interi che ridotti in granella, on le mandorle a lamelle oppure con i pinoli tostati che ricordano un po’ la classica torta della nonna.

Tiramisù al limone e cioccolato bianco

Se non badate alle calorie, questa è una variante per veri golosi, aggiungete al mascarpone ridotto in crema del cioccolato bianco fuso (calcolate 100 g ogni 500 g di mascarpone). Amalgamate il tutto e procedete come da ricetta. Il risultato libidinoso è assicurato!

Quante calorie ha il tiramisù al limone?

Il tiramisù nella sua veste classica non è un dolce dalle poche calorie, ne conta infatti poco più di 350 ogni 100 g; è però possibile diminuirle utilizzando al posto del mascarpone la ricotta o dello yogurt greco, anche la variante con la crema al limone senza uova e burro risulta una buona alternativa.

Cosa usare al posto dei savoiardi?

Se non avete a disposizione i classici savoiardi, o non li amate, potete sostituirli sia con i Pavesini che con i petit (i biscotti tipo Oro Saiwa). Varierà un po’ la consistenza ed il gusto, ma il risultato è sempre ottimo.

Consigli

  • Se non siete sicuri del gusto della bagna, non esitate ad assaggiarla a solo e con il savoiardo (o altro biscotto scelto);
  • se non siete certi della grado di imbibizione del biscotto, fate la prova con uno lasciandolo da parte per qualche minuto (ne bastano un paio), se si spappolerà sarà eccessivamente imbibito, se il cuore risulta in gran parte asciutto, allora potrete aumentare la dose di bagna.