ingredienti
  • Per i testaroli
  • Farina 00 300 • 79 kcal
  • Acqua tiepida 420ml
  • Sale un pizzico • 79 kcal
  • Per il pesto
  • Basilico fresco 100g
  • Pinoli 60g • 595 kcal
  • Parmigiano grattugiato 80g • 79 kcal
  • Aglio 1 spicchio • 79 kcal
  • Sale q.b. • 79 kcal
  • Olio 120ml
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

I testaroli al pesto sono un piatto tipico della tradizione culinaria ligure e nello specifico delle zone della Lunigiana. I testaroli sono fatti di sola acqua e farina setacciata e vengono cotti su di un particolare tegame detto testo per poi essere bolliti per qualche minuto. Le origini sono antiche e poco note ma come tutti i piatti della tradizione anche i testaroli nascono come piatto povero e facile da preparare. Conditi con il pesto, i testaroli sono un primo piatto gustoso e profumato, perfetto per una cena tra amici o per una domenica all'insegna della tradizione.

Come preparare i testaroli al pesto

Per preparare i vostri testaroli dovrete setacciare la farina in una ciotola con un pizzico di sale (1) e lavorare aggiungendo man mano l'acqua tiepida (2). Lavorate l'impasto con una frusta fino ad ottenere una pastella non troppo liquida. Quando la pastella avrà raggiunto la giusta consistenza aggiungete due cucchiai di olio sempre mescolando. (3)

Prendete una piastra di ghisa o una padella antiaderente e fatela scaldare per bene sul fuoco (4). Quando sarà calda prendete un mestolo del vostro impasto e disponetelo sulla piastra formando uno strato non più doppio di 3 millimetri (5). Cuocete entrambi i lati fino a che non si saranno induriti e dorati. Procedete fino a finire la pastella, fateli raffreddare e tagliateli grossolanamente formando dei rombi e dei triangoli (6).

A questo punto preparate il vostro pesto di basilico (7): lavate le foglie di basilico fresco e asciugatele tamponandole con carta da cucina, unite in un mixer il basilico, il parmigiano grattugiato, il sale, i pinoli, l'aglio sbucciato e l'olio Evo (8). Frullate il tutto fino ad ottenere un pesto morbido e ben amalgamato. (9) In una pentola con abbondante acqua salata lasciate bollire i vostri testaroli per qualche minuto e scolate non appena saranno saliti a galla. Una volta cotti conditeli con il vostro pesto in una terrina e servite ancora caldi con una foglia di basilico fresco.

Varianti

Se siete amanti della tradizione e avete familiarità con il mortaio potete preparare il vostro pesto alla genovese seguendo questa ricetta passo passo.

Se volete sperimentare, provate anche questo gustosissimo pesto di rucola o di pesto di zucchine, i vostri commensali e il vostro palato saranno sicuramente soddisfatti.