ingredienti
  • Polpo 400 gr • 79 kcal
  • Acqua frizzante freddissima 300 ml
  • Farina 00 150 gr • 43 kcal
  • Olio di semi d’arachide q.b. per friggere • 690 kcal
  • Cubetti di ghiaccio q.b.
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La tempura di polpo è un secondo piatto sfizioso e saporito che si rifà alla tradizione culinaria giapponese. La tempura, infatti, è uno dei piatti più conosciuti del Giappone, molto richiesto e apprezzato in tutto il mondo. Questa preparazione tipica del paese del Sol Levante, non è altro che una pastella croccante e leggera con la quale è possibile avvolgere qualsiasi tipologia di alimento, soprattutto verdure e pesce. A donare croccantezza alla tempura sono lo shock termico provocato dai cubetti di ghiacchio aggiunti nella pastella, e i grumi. Nella nostra ricetta abbiamo prima lessato il polpo, per poi passarlo nella tempura e friggerlo in olio bollente. Una volta pronta servitelo ben caldo e croccante.

Come preparare la tempura di polpo

Cominciate a pulire il polpo:

lavatelo sotto acqua corrente, eliminate gli occhi, le viscere contenute nella sacca e il becco. Calatelo poi in una pentola con acqua bollente tenedolo per la testa e alzatelo e calatelo velocemente due o tre volte, per far arricciare i tentacoli. Coprite ora la pentola con un coperchio e fate cuocere a fiamma bassa: l'acqua dovrà sobbollire, e non bollire per tutto il tempo della cottura. Ci vorranno circa 40 minuti. Trascorso il tempo necessario alla cottura, sollevate il polpo con una pinza, e infilzatelo con i rebbi di una forchetta alla base della testa: se entra facilmente allora il polpo è ben cotto. Se la carne risultasse ancora dura fate cuocere per altri 10 minuti. Una volta pronto, lasciatelo raffreddare, tagliate i tentacoli e teneteli da parte.

Preparate ora la pastella:

in una ciotola di vetro capiente mettete la farina setacciate, aggiungete l'acqua frizzante e mescolate con una frusta a mano. Aggiungete il ghiaccio e ricoprite il polpo con la pastella. Cuocetelo in olio bollente: dovrà essere a circa 170°, per circa 2-3 minuti. Scolate il polpo con una schiumarola e adagiatelo su un piatto rivestito con carta da cucina, così da assorbire l'olio in eccesso. Servite la vostra tempura di polpo ben calda.

Consigli

Al posto della farina 00 potete utilizzare la farina di riso, mentre potete sostituire l'acqua frizzante con la birra, che dovrà essere sempre molto fredda.

Per ottenere una tempura perfetta, è importante lo shock termico che avviene tra gli ingredienti freddissimi e l'olio caldo. Per questo si aggiunge il ghiaccio alla pastella, così da tenere bassa la temperatura. Altro segreto è quello di realizzare una pastella con i grumi: in questo modo si svilupperà poco glutine.

Potete accompagnare la tempura di polpo con verdure di stagione, magari grigliate, o con una fresca insalata.

Chi preferisce potrà preparare la tempura di pesce, tipica della tradizione giapponese con gamberi, salmone fresco e trota. Oppure semplicemente una tempura di gamberi, utilizzateli freschissimi per un ottimo risultato.

Conservazione

Consumate la tempura di polpo subito dopo la preparazione, altrimenti perderà in croccantezza e fragranza.