ingredienti
  • Granella di mandorle 130 g
  • Zucchero 120 g • 79 kcal
  • Albumi 2 • 750 kcal
  • Burro fuso 20 g
  • Farina tipo 00 20 g • 750 kcal
  • Cacao amaro 1 cucchiaino • 320 kcal
  • Sale 1 pizzico • 79 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le tegole dolci sono dei biscotti originari della Valle d'Aosta. Il nome deriva dalla loro forma incurvata che ricorda una tegola, un effetto che si ricrea col matterello su cui mettere i biscotti. Di tradizione normanna, e prodotte ad Aosta fino agli anni Trenta, somigliano molto alle note lingue di gatto. Si preparano molto facilmente ma per avere degli ottimi biscotti è necessario far riposare l'impasto ben 12 ore in frigorifero.

Come preparare le tegole dolci

Mettete le mandorle in granella o a petali in una ciotola (1) e cospargete di zucchero (2). Mescolate per pochi secondi con una paletta (3).

Aggiungete un pizzico di cacao amaro (4) e mescolate (5). A filo versate il burro fuso e poi un pizzico di sale (6).

Unite gli albumi d'uova (7) e lavorate ancora finché non otterrete un impasto colloso (8). Fate riposare quindi in frigo per 12 ore. Riprendete la ciotola e aggiungete la farina (9).

Prendete una placca da forno e rivestitela con la carta. Adagiate sopra i grumetti dell'impasto con un cucchiaio (10). Procedete così fino a esaurimento del composto (11). Cuocete in forno statico a 180° per 15/20 minuti (12). Quando saranno cotte e ancora morbide mettetele su un matterello per dare la forma di tegola.

Consigli

Non si tratta della ricetta originale valdostana, perché questa proposta si avvicina più alle tegole alle mandorle. Due gli accorgimenti: l'uso di un solo tipo di frutta secca e il cacao amaro tra gli ingredienti. Secondo la versione tradizionale si dovrebbero usare anche i semi della bacca di vaniglia. Ad ogni modo, per amalgamare bene l'impasto, vi servirà una paletta e non un cucchiaio, che invece userete per stendere le tegole dolci sulla carta forno. Il sale è necessario perché, come in tutte le preparazioni dolci, aiuta a esaltare gli aromi della pietanza.

Varianti

Sul mercato esistono le tegole dolci ricoperte di cioccolato: si realizzano senza troppe difficoltà. Una volta realizzata la base (senza cacao amaro) e dopo aver cotto in forno le cialde le dovrete bagnarle nella crema sciolta a bagnomaria o al microonde.  Deliziose anche le tegole d'Abruzzo, diverse da quelle del nord per la mancanza di burro e olio e per l'uso della farina 0.

Conservazione

Le tegole dolci si conservano a lungo, l'importante è riporle dentro un contenitore di latta ben sigillato.