ingredienti
  • Carne trita di manzo 250 g
  • Carne trita di suino 250 g • 141 kcal
  • Passata di pomodoro 700 ml • 18 kcal
  • Tagliatelle 500 g
  • Sedano 150 gr
  • Cipolla 150 gr
  • Carota 120 g
  • Olio extravergine di oliva 40 ml • 270 kcal
  • Sale marino q.b. • 1 kcal
  • Vino bianco secco 1/2 bicchiere
  • Basilico 5 ciuffi • 15 kcal
  • Grana padano q.b.
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le tagliatelle al ragù alla bolognese sono un rinomato primo piatto italiano dalla preparazione lunga per via del ragù, da cucinare per almeno due ore e mezzo. L'ideale è, infatti, prepararlo il giorno prima, sia per dargli più sapore che per abbreviare i tempi. Un piatto che porta avanti la storia di questo formato di pasta, inventata proprio a Bologna dal cuoco Mastro Zefirano, che si ispirò ai capelli biondi di Lucrezia Borgia, nota figura femminile del Rinascimento italiano. Anche se le tagliatelle si abbinano perfettamente a svariati condimenti (dai funghi porcini ad un sugo semplice) questa con il ragù alla bolognese è senza dubbio quella più conosciuta anche all'estero.

Come preparare le tagliatelle al ragù alla bolognese

Preparate il ragù: lavate il sedano e affettatelo in un tagliere (1). Tagliate anche la cipolla (2). Mettete in un tegame con i bordi alti l'olio extravergine d'oliva e versate la cipolla a rosolare (3). 

Aggiungete il trito di verdure (4) e il basilico (5). Cuocete a fiamma dolce con il coperchio. Dopo 5/10 minuti aggiungete la carne macinata (6).

Quando la carne sarà asciutta, dopo qualche minuto di cottura, aggiungete il vino bianco secco (7). Fate sfumare e, per ultima, aggiungete la passata di pomodoro (8). Aggiustate di sale e mescolate con un mestolo di legno di frequente per almeno un paio d'ore (9). Cuocete con il coperchio e a fiamma bassa.   

Quando il ragù è quasi pronto mettete a bollire l'acqua per la pasta.  Dopo averla salata aggiungete le tagliatelle (10). Tirate su qualche minuto prima del previsto (11) e mantecate nel ragù. Spolverizzate con il grana grattugiato e servite le tagliatelle al ragù alla bolognese ben calde. 

Consigli.

Per fare una pasta al ragù veloce, e quindi per accelerare le tempistiche, si può mettere più carne che sugo. Il risultato vi darà, però, un ragù un tantino più asciutto del solito. Il consiglio per ottenere un ottimo sugo è di cuocere sempre a fiamma dolce e girare di frequente, assaggiando di tanto in tanto. Se gradite un sapore ancora più intenso del ragù aggiungete anche qualche foglia di alloro.

Varianti.

L'alternativa più nota sono le tagliatelle al ragù bianco, che si preparano senza pomodoro. Nella stessa Emilia Romagna si usano anche altre varianti per le tagliatelle al ragù con pancetta, prosciutto, funghi, piselli e molto altro.

Conservazione.

L'ideale è mangiare la pasta già condita subito. Si può, però, conservare solo il ragù in frigorifero per due o tre giorni al massimo.