ingredienti
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Lo strudel di mele è un dolce ripieno di mele, pinoli, pangrattato, uvetta e cannella di origini turche ma tipico del Trentino. Per fare la ricetta perfetta non è necessario preparare l'impasto di pasta sfoglia ma solo un impasto semplice fatto con farina, acqua, uova e olio. Con quest'impasto potrete preparare sia il classico strudel di mele che la sua versione salata.

Come si fa uno strudel di mele.

Preparate l'impasto per lo strudel di mele: mettete nella planetaria la farina (1), aggiungete un pizzico di sale (2) e l'acqua e mescoliamo tutto. Aggiungete l'uovo (3)

e un filo d'olio extra vergine di oliva (4). Mescolate fino a rendere il composto elastico. Formate una palla, avvolgetela nella pellicola trasparente (5) e riponetela per 30 minuti in frigorifero.

Preparate il ripieno: mettete l'uvetta a bagno, aggiungete un filo di rhum (6) e un goccio di acqua calda.

In una padella capiente mettete il burro (7), lo lasciate fondere e aggiungete lo zucchero (8) e il pangrattato (9) al burro fuso.

Sbucciate le mele, tagliatele a dadini (10) e versatele nella padella (11). Aggiungete l'uva sultanina (12), precedentemente bagnata nell'acqua e strizzata,

la composta di pangrattato (13) e unite, infine, i pinoli e la cannella. Riprendete la pasta che avete fatto riposare in frigo, stendetela in modo sottile (14) e dategli la forma di un rettangolo.Farcite l'interno dello strudel con il ripieno di mele, uvetta, pinoli e cannella (15) in maniera uniforme senza andare sulle estremità del rettangolo.

Arrotolate lo strudel su se stesso aiutandovi con la carta forno (16) e sigillate le estremità. Riponete la pasta strudel nella teglia da forno e spennellate con del tuorlo d'uovo sbattuto (17) per renderlo più lucido e uniforme. Infornate a 180° per 35/40 minuti (18).

Consigli per uno strudel di mele perfetto.

  • Lo strudel di mele può essere accompagnato con panna, un’ottima crema alla vaniglia o una crema al latte dal sapore molto delicato;
  • servite il dolce con della panna semimontata e una spolverata di cannella;
  • per evitare che la pasta diventi troppo dura e difficile da stendere, è necessario farla riposare in frigorifero per almeno 30 minuti;
  • molti usano mangiare questo dessert ben caldo e appena sfornato, ma può essere consumato anche tiepido o freddo;
  • potete usare sia mele Golden che mele renette: il risultato sarà in ogni caso da leccarsi i baffi.

Conservazione.

Lo strudel di mele può essere conservato per massimo due giorni a temperatura ambiente sotto una campana di vetro. Se non avete utilizzato ingredienti già decongelati, potete conservarlo il freezer, sia cotto che crudo. In questo caso, potete far cuocere il dolce in forno direttamente da congelato.

Varianti.

Lo strudel di mele si prepara anche con la pasta sfoglia e con altri tipi di frutta. Esiste persino una versione salata di questo dessert con verdure e crauti. Ecco le varianti più conosciute

  • strudel di mele austriaco: secondo la ricetta diffusa a Vienna nel composto non vanno i pinoli, ma solo le mele fatte cuocere insieme a zucchero, rum, succo di limone e pangrattato. L’impasto della pasta è tirato e piuttosto croccante dopo la cottura. Una volta stesa, si farcisce nel seguente ordine: pangrattato, mele, zucchero, marmellata di albicocche, cannella, limone e uvetta. Tuttavia questo procedimento non è quasi più usato;
  • strudel di mele senza glutine: ricetta ideale per i celiaci. Basta sostituire la farina di frumento con la farina di riso e non usare il pangrattato; può essere fatto anche senza burro, usando mele bio e con pochi zuccheri.
  • strudel di mele e crema: sono una versione veloce, con pasta sfoglia, dello strudel classico con mele e crema pasticcera.
  • strudel vegan: per ottenere una variante cento per cento vegana, utilizzate l’olio di semi o la margarina al posto del burro, farina integrale o di riso al posto di quella di frumento e sostituite l’uovo con un cucchiaino di semi di lino macinati e sciolti con tre cucchiai d’acqua;
  • light: realizzate una pasta con farina, margarina vegetale, acqua tiepida e un pizzico di sale. Stendetela e su questa adagiateci un ripieno a base di mele, uvetta, zucchero di canna e cannella in polvere. Fate cuocere e servite con una spolverata di zucchero a velo.