ingredienti
  • Farina tipo 00 200 gr • 750 kcal
  • Latte 250 ml • 32 kcal
  • Burro 25 gr • 750 kcal
  • Uova 3 • 750 kcal
  • Grappa 20 ml
  • Sale 1 pizzico • 661 kcal
  • Zucchero 50 gr • 79 kcal
  • Olio di semi q.b. • 750 kcal
  • Zucchero a velo q.b. • 79 kcal
  • Marmellata di mirtilli q.b. (Facoltativa)
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Gli strauben sono delle frittelle dolci tirolesi che si preparano tipicamente in Tirolo, Trentino Alto Adige e in Baviera, chiamate anche stràboli, stràuli o fortaie, e vengono solitamente preparate durante sagre e feste di piazza. Il termine tedesco Straub significa "scompigliato", "tortuoso", come la forma attorcigliata e contorta che assumono gli strauben durante la cottura. Queste deliziose frittelle tirolesi si preparano con un impasto di farina, latte, uova, burro e zucchero, il tutto aromatizzato con la grappa, infine vengono fritte in abbondante olio. L'impasto viene fatto cadere in padella attraverso un'apposito imbuto di ferro, realizzando la forma di una chiocciola o spirale: questo attrezzo può essere facilmente sostituito da un comune imbuto. Una volta pronte potete servire gli strauben semplicemente con zucchero a velo o accompagnati da marmellata di mirtilli, frutta cotta o panna montata.

Come preparare le frittelle tirolesi (strauben)

Versate in una ciotola il latte e la farina setacciata, aggiungete un pizzico di sale e mescolate con una frusta. Unite poi il burro fuso, la grappa e i tuorli, lasciando da parte gli albumi. Continuate a mescolare fino ad amalgamare bene gli ingredienti. Montate a neve gli albumi, aggiungendo lo zucchero mentre continuate e frullare. Aggiungete gli albumi montati al resto degli ingredienti, aiutandovi con una spatola e con movimenti dal basso verso l'alto. Mettete in una padella capiente abbondante olio, non appena sarà caldo: non dovrà superare i 170°, prendete un imbuto, versateci all'interno la pastella, tenendo tappato il buco con un dito, posizionatelo sopra la padella e fate colare l'impasto con movimenti circolari dall'esterno verso l'interno a formare una spirale. Non appena la frittella sarà dorata giratela con l'aiuto di una schiumarola e, una volta pronta, sollevatela e adagiatela su carta da cucina. Infine trasferite la strauben su un piatto da portata e spolveratela con zucchero a velo e accompagnate con marmellata, preferibilmente di mirtilli.

Consigli

Per evitare che gli strauben si impregnino d'olio a fine cottura, fate attenzione alla temperatura dell'olio, che non dovrà superare i 170°. Se non avete un termometro da cucina, allora mettete uno stuzzicadenti al centro della padella: se intorno si formano delle bollicine, allora la temperatura è giusta per la cottura.

Se la temperatura dell'olio è troppo alta le frittelle si cuoceranno subito all'esterno, restando crude all'interno. Se invece l'olio è troppo freddo, gli strauben non si gonfieranno.

Per la preparazione della pastella potete anche miscelare al latte la birra, così le frittelle saranno più gonfie: la dose sarà 100 ml di birra e 150 ml di latte.

Una volta pronti, spolverate gli strauben con zucchero a velo e accompagnateli con marmellata di mirtilli rossi: aiuterà a bilanciare la dolcezza della frittella con un tocco di acidità. In alternativa potete accompagnarle con frutta cotta, ad esempio ciliegie o frutti di bosco. Chi invece vuole esaltarne la dolcezza, potrà servire gli strauben con panna montata.

Come conservare gli strauben

Gli strauben vanno mangiati subito ben caldi o, al massimo, in giornata. Potete però preparare la pastella qualche ora prima della cottura e conservarla in frigo, coperta con pellicola trasparente.