ingredienti
  • Spaghetti 400 gr • 365 kcal
  • Pecorino romano grattugiato 200 gr • 365 kcal
  • Pepe nero macinato q.b. abbondante
  • Burro 20 gr • 750 kcal
  • Sale 1 pizzico • 21 kcal
  • acqua di cottura q.b.
  • Tartufo nero 30 gr a scaglie
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Gli spaghetti cacio e pepe al tartufo sono una versione rivisitata della cacio e pepe, piatto tipico della tradizione romana. Una pietanza squisita che si prepara con pochi e semplici ingredienti: pecorino, olio extravergine d'oliva, pepe e sale. Il segreto sta però nella mantecatura con l'acqua di cottura: il risultato dovrà essere una crema bella densa. L'aggiunta del tartufo donerà un tocco in più alla pietanza: utilizzate preferibilmente il tartufo nero, ideale da abbinare alla sapidità e al sapore forte del pecorino romano.

Come preparare gli spaghetti cacio e pepe al tartufo

Fate bollire in una pentola abbondante acqua aggiungendo poco sale. Grattugiate il pecorino in una ciotola capiente e tenetelo da parte. Cuocete la pasta e, quando avrà rilasciato abbastanza amido, aggiungete un cucchiaio colmo di pecorino. Mescolate bene con un cucchiaio di legno, così da evitare la formazione di grumi. Aggiungete un'abbondante spolverata di pepe nero grattugiato al momento. Scolate la pasta al dente conservando l'acqua di cottura e mettetela nella ciotola con il pecorino e il burro mescolando di continuo, e stando attenti a non far asciugare troppo il pecorino. Servite subito con il tartufo nero a scaglie.

Consigli

Tra i formati di pasta ideali per la preparazione di cacio e pepe al tartufo, oltre agli spaghetti, potete utilizzare le linguine, le fettuccine o i tagliolini.

Durante la fase finale di mantecatura, se dovesse restare troppa acqua, aggiungete altro pecorino. In caso contrario, se quindi la pasta risultasse troppo asciutta, aggiungete altra acqua di cottura.

Riguardo alla scelta del tartufo, preferite lo scorzone umbro d'estate, utilizzato soprattutto per la produzione di salse e insaccati, e che ha un profumo poco intenso.

Potete sostituire il burro con olio extravergine d'oliva oppure ometterlo dagli ingredienti.