ingredienti
  • Spaghetti 300 grammi • 365 kcal
  • Acciughe sott’olio 8
  • Burro 2 cucchiai • 750 kcal
  • Sale q.b. • 21 kcal
  • Scorza di limone 1 • 750 kcal
  • Succo di limone q.b. • 29 kcal
  • Pepe nero q.b. • 79 kcal
  • Parmigiano grattugiato q.b. • 21 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Gli spaghetti all'amalfitana sono un primo piatto facile e veloce da preparare. Si tratta di un piatto di pesce che ha, tra gli ingredienti principali, il limone. È una pietanza tipica della costiera amalfitana, che si prepara tradizionalmente durante il periodo di Natale ma che viene consumato abitualmente tutto l'anno. Vediamo insieme come preparare questo gustoso piatto in pochi e semplici passaggi.

Come preparare gli spaghetti all'amalfitana

Scaldate a fuoco lento in una padella il burro e le acciughe (1). Quando diventano compatti, aggiungete la scorza di limone e lasciate riposare il composto a fuoco basso (2). In un'altra pentola, intanto, mettete l'acqua per la pasta e portatela ad ebollizione. Fate cuocere gli spaghetti (3), scolate la pasta e versatela nella padella con il burro e le acciughe. Aggiungete qualche goccia di succo di limone.

Spegnete il fuoco sotto la padella. Aggiungete alla pasta condita la mozzarella di bufala tagliata a pezzetti non troppo piccoli (4). Infine, arricchite il piatto con una spolverata di pepe nero (5) e un pizzico di parmigiano grattugiato (6). Dopo questi pochi e semplici passaggi, gli spaghetti all'amalfitana saranno pronti per essere portati in tavola e serviti.

Consigli

Sia il parmigiano che il pepe nero servono ad impreziosire la ricetta e aggiungere un tocco in più. Non sono, però, ingredienti fondamentali. Se non sono di vostro gradimento, potete evitare di inserirli nel condimento. Il vostro piatto rimarrà ugualmente gustoso.

Conservazione

Gli spaghetti all'amalfitana possono essere mangiati sia caldi che freddi. Quindi, potete decidere di conservare parte del vostro pranzo in frigo e gustarlo in un altro momento. Ricordatevi, però, che la pasta, una volta cotta, non può essere lasciata in frigo per più di 24 ore.

Varianti

Una variante più recente degli spaghetti all'amalfitana è quella degli spaghetti alla Conventuale. Si tratta di una rivisitazione della ricetta tradizionale, in cui il parmigiano e il pepe nero vengono sostituiti dalle noci e dal pecorino.