ingredienti
  • Seppie 500 gr • 79 kcal
  • Bietole 230 gr
  • Passata di pomodoro 200 ml • 21 kcal
  • Vino bianco 40 ml • 21 kcal
  • Olio extravergine d’oliva 3 cucchiai • 21 kcal
  • Sale marino Q.B. • 750 kcal
  • Pepe nero Q.B. • 79 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le seppie in zimino sono una ricetta semplice e veloce da preparare ma davvero gustosa tipica della cucina ligure a base di seppie cotte in padella insieme a bietole e pomodoro creando un accostamento davvero irresistibile ed originale.

Come preparare le seppie in zimino

Pulite le bietole, lavatele e cuocetele in padella insieme ad un filo di olio extravergine d'oliva (1). Pulite le seppie, spellatele e tagliatele in pezzi delle stesse dimensioni (2). Trasferite le seppie all'interno della padella con le bietole e cuocete un paio di minuti a fuoco moderato (3).

Aggiungete la salsa di pomodoro e portate la fiamma al minimo, proseguendo la cottura per ulteriori dieci minuti (4). Lasciate rapprendere la salsa di pomodoro, aggiungete il vino bianco, lasciate evaporare la parte alcolica e ricoprite nuovamente con il coperchio (5). Ultimate la cottura delle seppie tastandole con la forchetta per assicurarvi che siano diventate sufficientemente morbide e servite immediatamente (6).

Consigli di preparazione

Preparare le seppie in zimino è piuttosto facile e non richiede tantissimi ingredienti, ciò nonostante è sempre bene osservare qualche piccolo accorgimento per fare in modo che le seppie siano gustose e morbide al punto giusto:

  • Prima di tutto pulite bene le bietole rimuovendo i gambi che risulterebbero troppo duri.
  • Tagliate le seppie in rondelle delle stesse dimensioni così che la loro cottura risulti uniforme.
  • Scottate le bietole a fuoco medio per farle ammorbidire mescolandole spesso per evitare che si attacchino alla padella.
  • Date una prima scottata alle seppie in padella prima di aggiungere la salsa di pomodoro.
  • Una volta aggiunta la salsa di pomodoro abbassate la fiamma al minimo in modo da far rapprendere il sugo evitando che bruci.
  • Una volta aggiunto il vino lasciate sfumare l'alcol in modo che il sugo non ne assorba troppo il sapore.
  • Evitate di stracuocere le seppie per evitare che risultino troppo dure, saggiandone la cottura e la consistenza con una forchetta.

Conservazione

Trattandosi di un piatto delicato è consigliabile consumare le seppie in zimino immediatamente dopo la loro preparazione, in alternativa potete coprirle con pellicola alimentare e conservarle per al massimo un giorno ad una temperatura di circa 8-10°.