ingredienti
  • Riso Vialone Nano 250 gr
  • Cipolla bianca 1/2 • 661 kcal
  • Radicchio 400 gr • 37 kcal
  • Parmigiano grattugiato qb • 21 kcal
  • Burro qb • 750 kcal
  • Vino bianco 1/2 bicchiere • 21 kcal
  • Brodo vegetale 1 l • 11 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il risotto al radicchio è un primo piatto molto profumato e saporito, che ha origine in Veneto e precisamente a Treviso. Si tratta di una ricetta regionale che, col tempo, è divenuta uno dei comfort food autunnali per eccellenza.

Come preparare il risotto con il radicchio

Scaldate un litro di brodo vegetale in modo che sia pronto per la cottura del riso. Lavate il radicchio, eliminate il fondo e sfogliate il cespo di radicchio (1). Sciacquate sotto l'acqua corrente (2).  Tagliate il radicchio a striscioline (3) e mettetelo da parte.

Tritate grossolanamente la cipolla (4) e mettetela in una pentola capiente a soffriggere con un filo d'olio (5). Quando la cipolla è imbiondita versate il riso (6) e lasciate che si tosti per bene.

Sfumate il riso con un bicchiere di vino bianco e lasciate che evapori completamente. Unite il radicchio (7). Versate il brodo vegetale fino a coprire completamente il riso (8) e aggiustate di sale. Lasciate andare fino a che il riso sarà al dente e aggiungete mestolate di brodo. Aggiungete il burro freddo di frigorifero (9) e il parmigiano mescolando per bene. Lasciate riposare il risotto al radicchio per pochi minuti e servite in tavola ancora caldo.

Consigli

Se vi avanza del riso preparate il tortino di riso al salto, il modo migliore per consumare il riso avanzato senza perderne i profumi ed i sapori.

Che radicchio utilizzare?

Il radicchio da utilizzare è quello di Treviso, si coltiva in tutta la provincia in ben 24 comuni e si distingue in precoce e tardivo, riconoscibile dalle foglie strette e dalla sua consistenza molto croccante. Per questo tipo di risotto, è più indicato il radicchio tardivo.

Varianti 

Del risotto al radicchio ne esistono tantissime versioni, una più golosa dell’altra, vediamo insieme come giocare con gli abbinamenti.

Risotto con radicchio e salsiccia

Il risotto con radicchio e salsiccia è un abbinamento classico che piace sempre a tutti. In questo caso, per sfumare il riso, userei mezzo bicchiere di Amarone che oltre a donare uno splendido color rubino al vostro risotto accentuerà i profumi del piatto. Seguite la ricetta originale descritta sopra ma unite 150 grammi di salsiccia alla cipolla soffritta, prima di mettere il riso a tostare, e lasciate che si rosoli per bene. Solo a quel punto unite il riso e poi sfumate con un bel bicchiere di vino rosso.

Risotto con radicchio e provola affumicata al forno

Se vi è avanzato del risotto potete preparare un ottimo timballo di risotto al forno con radicchio e provola affumicata da servire ai vostri ospiti. Imburrate lo stampo che avete deciso di utilizzare e foderatelo con del pangrattato in modo che il riso non si attacchi alle pareti. Io vi consiglio uno stampo basso in modo da non ottenere uno spessore eccessivo. Versate metà del risotto e spalmatelo su tutta la superficie, ora mettete su tutto il risotto delle fette di provola affumicata (se volete potete anche aggiungere qualche dado di pancetta già cotta) e ricoprite con il restante riso. Infornate l'impasto a 180° per circa 20 minuti fino a che non si sarà formata una splendida crosticina.

Risotto con radicchio e funghi

Il risotto con radicchio e funghi è un trionfo di sapori e profumi autunnali. Se l'estate è stata piovosa sin dall'inizio di ottobre potete trovare dei porcini freschi particolarmente profumati, altrimenti utilizzate i porcini essiccati. Come prima cosa mettete 70 grammi di porcini secchi a mollo in acqua calda in modo che si reidratino per bene. Procedete con la ricetta originale descritta sopra e unite i funghi porcini insieme al radicchio tagliato. Procedete con la cottura con il brodo, ma se volete potete aggiungere anche qualche cucchiaio di acqua dei funghi in modo da rendere il vostro risotto ancora più saporito.

Che vino abbinare al risotto al radicchio?

Il radicchio, nonostante sia una verdura, ha un gusto amarognolo particolarmente deciso. Questo piatto necessita quindi di essere abbinato ad un vino rosso mediamente strutturato che possa arrotondare il gusto del risotto. Io vi consiglio di accompagnarlo ad un Refosco dal peduncolo rosso oppure un Raboso.