ingredienti
  • Riso carnaroli 300 gr
  • Zafferano 2 bustine • 310 kcal
  • Funghi porcini 130 gr • 25 kcal
  • Brodo vegetale 1 lt • 11 kcal
  • Burro qb • 750 kcal
  • Parmigiano grattugiato qb • 21 kcal
  • Prezzemolo qb • 79 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il risotto ai funghi è un primo piatto tradizionale della cucina italiana, goloso e tipicamente autunnale. La ricetta di questo primo può essere preparata anche con funghi misti, mescolando gli champignon ai porcini e aggiungendo pezzi di salsiccia.

Come preparare il risotto ai funghi

Mettete sul fuoco un litro e mezzo circa di brodo vegetale. In una padella mettete un filo d’olio e la cipolla tagliata sottilmente a soffriggere (1). Unite il riso e lasciate che si tosti per bene (2). Alzate la fiamma e sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco (3).

Coprite a filo il riso con il brodo vegetale e lasciate andare aggiungendo del brodo quando il brodo si asciuga (4). Aggiungete i funghi (5) e mescolate per bene. Fate cuocere il riso al dente e unite lo zafferano (6).

Aggiungete una noce di burro (7) e abbondante parmigiano grattugiato (8). Lasciate mantecare il riso coperto e guarnite il risotto ai funghi con un pizzico di prezzemolo tritato (9).

Consigli

Per fare un risotto ai funghi perfetto potete anche usare il brodo di carne se avete quello in casa, ma in questo caso è meglio il brodo vegetale.

Il riso migliore da utilizzare per preparare il risotto è il riso carnaroli, ricco di amido, che nel caso del risotto è fondamentale.

Se usate i funghi secchi, lasciateli in ammollo in acqua tiepida per 15/20 minuti prima di metterli nel risotto. Se invece preferite usare i funghi freschi puliteli bene sotto l’acqua con uno spazzolino in modo da eliminare la terra.

Con il risotto avanzato, si prepara il delizioso riso al salto. Pochi semplici accorgimenti e non sembrerà nemmeno una cena di avanzi. In una padella antiaderente schiacciate il risotto in modo che aderisca bene al fondo e arrivi fino ai bordi. Accendete il fornello e tenetelo basso. Lasciate cuocere per circa 40 minuti, fino a che non si sarà formata la crosticina. Adesso girate il tortino di riso con l’aiuto di un coperchio, ribaltando la padella e rimettetelo nella padella, lasciate cuocere per altri 40 minuti, in modo che si formi la crosticina anche da questo lato.

Varianti

Risotto funghi e zucca

Il risotto funghi e zucca è una sinfonia di sapori autunnali, un contrasto di gusti e profumi. Seguite la ricetta originale del risotto, ma appena coprite il risotto con il brodo unite la zucca tagliata a dadini piccoli, in modo che si cuocia in modo uniforme. Passati 10 minuti circa potete aggiungere i funghi. In questa ricetta lo zafferano non va utilizzato. Se vi piace, potete utilizzare un pezzo di gorgonzola per mantecare il risotto al posto del burro.

Risotto funghi e speck

Il risotto ai funghi e lo speck è un trionfo di sapori e contrasti. La ricetta è la stessa del risotto ai funghi originale, a parte il fatto che non va utilizzato lo zafferano e si può decidere di usare il brodo di carne e non il brodo vegetale come nella ricetta originale. Unite lo speck a dadini nel risotto insieme ai funghi, in questo caso prestate attenzione al sale, perché lo speck è particolarmente saporito.

Che vino abbinare al risotto ai funghi

Il risotto ai fughi ricorda i profumi della terra e per questo motivo possiamo abbinargli un rosso particolarmente strutturato, come un ottimo Barbaresco. Se non amate il Barbaresco limiterei la scelta ai rossi piemontesi che in questo caso sono perfetti.