ingredienti
  • Riso 300g (basmati o jasmine)
  • Acqua 750ml per il riso e q.b. per i piselli • 21 kcal
  • Piselli 400g • 48 kcal
  • Prosciutto cotto 200g • 215 kcal
  • Uova 3 • 750 kcal
  • Cipolla 1 • 21 kcal
  • Sale marino q.b. • 750 kcal
  • Olio di semi d’arachide • 690 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il riso alla cantonese è, con gli involtini primavera e gli spaghetti di soia con le verdure, una delle ricette cinesi più apprezzate ed è chiamato così proprio in riferimento alla città di Canton, la terza città più abitata della Cina dopo Pechino e Shanghai. In tutto l'oriente il piatto è conosciuto come riso fritto o riso saltato ed è preparato principalmente con riso basmati o jasmine, quindi a grana lunga, uova, prosciutto e piselli, anche se in alcune regioni è cucinato con diverse varianti in base alle tradizioni locali.

Preparazione del riso alla cantonese

Per preparare il riso alla cantonese versare il riso in una ciotola e lavarlo con acqua corrente fredda fino a quando l'acqua diventa limpida (1). Versare il riso e l'acqua in una pentola e far cuocere per 10/12 minuti senza girare e senza aggiungere sale (2). A Cottura ultimata, scolare il riso e lasciarlo raffreddare (3).

Dare una sbollentata ai piselli (4) e scolarli (5). A parte tagliare il prosciutto cotto a dadini e tenerlo da parte (6).

Inserite le tre uova in una ciotola (7) e sbattetele (8). In una padella, meglio se wok, scaldate l'olio e strapazzate le uova (9).

A questo punto siamo pronti ad ultimare la nostra ricetta, gli ingredienti sono tutti asciutti e privi di acqua (10). Tagliare la cipolla (11) e inserirla nel wok con olio caldo abbondante cuocendola fino a doratura (12).

Inserire il riso, farlo saltare e sfrigolare nell'olio caldo (13). Salare ed aggiungere i restanti ingredienti (14) facendoli saltare per quasi un minuto. Il piatto è pronto per essere impiattato (15). La ricetta originale prevede a questo punto un cucchiaio di olio di sesamo a crudo. A voi la scelta, il piatto è squisito sia con che senza.

Riso alla cantonese: consigli e abbinamenti

ricetta riso alla cantonese

Per preparare questa ricetta cinese, si può procedere alla prima cottura del riso anche qualche ora prima della preparazione effettiva. Più sarà freddo e privo d'acqua e meglio cuocerà nell'olio. Nella ricetta originale non è previsto l'utilizzo né della salsa di soia e né di altri condimenti come l'aceto balsamico, ma potete comunque utilizzarli se preferite farlo. Il riso alla cantonese oltre ad essere un primo piatto o addirittura un piatto unico, in Cina e in oriente è utilizzato come contorno abbinato a piatti molto brodosi o ad altre pietanze, praticamente come sostituto del pane, alimento che non fa parte della cultura culinaria di quei paesi. Ispirandoci alla Cina, possiamo abbinare questo piatto ad una zuppa di funghi o di carne oppure a delle verdure saltate semplici o in pastella. Come bevanda – al posto del vino – abbinerei al riso alla cantonese una birra chiara con una bassa gradazione, per accompagnare in modo semplice e fresco questo gustoso piatto.

Deliziose varianti sulla cottura e gli ingredienti

Il riso alla cantonese può essere preparato al vapore, al microonde o in pentola a pressione. Modificando però il metodo di cottura si perde il cuore di questa ricetta che nasce per essere saltata e fritta con l'olio in padella. Volendo si può cuocere il riso nel metodo preferito, ma poi ultimarlo come prevede la ricetta tradizionale. I piselli ad esempio possono essere cotti al vapore, così come i gamberi che spesso vengono aggiunti in molte varianti della ricetta originale. Partendo dalla preparazione base, potere sbizzarrirvi con diversi ingredienti. Al posto del prosciutto potete utilizzare la pancetta a dadini o pezzettini di pollo cotti in padella e si possono aggiungere altre spezie come ad esempio il curry.

Riso alla cantonese: la variante vegana e la video ricetta vegetariana

Per una variante vegana potete sostituire al posto del prosciutto e delle uova dei pezzetti di seitan o tofu, funghi, carote, spinaci, zucca e tante verdurine a scelta. Per la versione vegetariana, dobbiamo cuocere al dente, il giorno prima, il Riso Basmati, quindi, seguendo i tempi di cottura indicati sulla confezione acquistata. L’obiettivo è lasciarlo riposare in frigo qualche ora fino a quando non sarà freddo, questo eviterà che si attacchi alla padella. Poco prima di metterci a tavola per la cena, perché il Riso alla Cantonese va servito caldo e non riscaldato, mettiamo a scaldare l’olio in pentola in modo da coprire bene in fondo, in assenza della wok va benissimo una padella antiaderente. In una ciotola, con l’aiuto delle bacchette (e di una forchetta se non ne avete), sbattiamo le uova con un pizzico di sale e aggiungiamole in padella dove friggeranno nell’olio. A questo punto, aggiungiamo il riso freddo e mescoliamo rapidamente dal basso verso l’alto. Completiamo la cottura aggiungendo il tofu tagliato a dadini, i piselli cotti (bolliti o al vapore) e la salsa di soia. In pochissimi istanti, il nostro Riso alla Cantonese è pronto per essere gustato.