ingredienti
  • Riso carnaroli 200 gr
  • Burro 30 gr • 750 kcal
  • Cipolla 80 gr • 26 kcal
  • Vino bianco 100 ml • 79 kcal
  • Zafferano 1 cucchiaino • 310 kcal
  • Parmigiano grattugiato 50 gr • 374 kcal
  • Brodo vegetale 500 ml • 11 kcal
  • Olio extravergine d’oliva Q.B. • 750 kcal
  • Sale marino Q.B. • 750 kcal
  • Pepe nero Q.B. • 79 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il riso al salto è un piatto tipico lombardo ed è un tortino a base di riso carnaroli allo zafferano cotto come un tradizionale risotto milanese. Si tosta in pentola con cipolla e si sfuma con vino bianco. Alla fine il riso viene irrorato di brodo e zafferano, mantecato con burro e parmigiano e, infine, diviso in tortini e rosolato in padella per formare una irresistibile crosticina.

Sbucciate la cipolla e tagliatela finemente in dadini della stessa grandezza (1). In una pentola antiaderente fate sciogliere il burro a fuoco medio (2). Aggiungete la cipolla e lasciatela rosolare a fuoco medio per circa due minuti, finché non inizierà a colorarsi (3).

Unite il riso ed iniziate a rosolarlo insieme alla cipolla a fuoco medio (4). Sciogliete nel frattempo lo zafferano all'interno del vino. Aggiungetelo al riso e lasciatelo sfumare (5). Proseguite la cottura del riso aggiungendo il brodo di tanto in tanto lasciandolo assorbire di volta in volta (6).

Una volta completata la cottura aggiungete il parmigiano ed il burro ed iniziate a mantecare il riso fino ad amalgamarlo completamente (7). Lasciate raffreddare completamente. Formate i tortini con l'aiuto di un coppa pasta leggermente oliato, riponendo poi i tortini ottenuti su un piatto rivestito di carta da forno. Lasciate riposare in frigorifero per almeno due ore (8). Una volta che i tortini si saranno completamente rassodati passateli in padella antiaderente con una noce di burro a fuoco medio-alto per circa un minuto e mezzo per lato, finché non si sarà formata una crosticina uniforme (9). Servite il riso al salto su un piatto di portata.

Consigli di preparazione

  • Tagliate finemente la cipolla in dadini della stessa grandezza per assicurarvi che la cottura sia uniforme.
  • Rosolare il riso è estremamente importante quindi assicuratevi di farlo a dovere mescolando di tanto in tanto evitando di bruciarlo.
  • Sciogliete lo zenzero nel vino e lasciate sfumare completamente l'alcol prima di aggiungere il brodo affinché non resti il sapore dell'alcol.
  • Aggiungete il brodo di tanto in tanto in modo che possa assorbirlo mano a mano come una spugna.
  • Mantecate con burro e parmigiano fuori dal fuoco finché non si sarà amalgamato perfettamente.
  • Lasciate raffreddare prima di formare i tortini così che il riso sia più compatto.

Conservazione

È consigliabile consumare il riso al salto dopo la sua preparazione, in alternativa potete coprire con pellicola alimentare e conservare in frigorifero fino a due giorni.