ingredienti
  • Latte intero 2 l
  • Limone 1/2 • 15 kcal
  • Sale 1 pizzico • 661 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La ricotta è una preparazione di base abbastanza semplice da realizzare in casa. Senza per forza ricorrere a quelle industriali, ecco come gustare un prodotto alimentare casereccio e freschissimo. La parola stessa di questo latticino fa intendere a una cottura ulteriore (ri-cotta), possiamo anche dire doppia. La sua particolarità dipende dal fatto che la consistenza classica non si ottiene dalla cagliata ma dal siero del latte. Noterete che con le alte temperature e l'acidità del limone si formerà la cagliata. Una combinazione perfetta che aiuta la formazione delle siero-proteine e delle caseine. Si tratta insomma di un prodotto alimentare non troppo calorico, a differenza degli altri formaggi. La ricotta poi, grazie al suo gusto delicato, è molto versatile in cucina. Preparazioni salate o dolci, avrete l'imbarazzo della scelta.

Come preparare la ricotta fatta in casa

Versate il latte intero in una casseruola (1). Spremete in un colino il succo di mezzo limone(2). Foderate un colino con un canovaccio pulito, riponendo il tutto sopra ad una ciotola (3).

Quando il latte raggiunge la temperatura (4) e forma la schiuma ai lati, versate poco alla volta il limone (5). Mescolate di frequente con un cucchiaio di legno (6) man mano che si formeranno dei fiocchi di latte.

Prelevate i coaguli con un colino (7) e posateli sul canovaccio (8) fino all'esaurimento dei fiocchi.  Lasciate sgocciolare, salate e con un cucchiaio adagiate in una fuscella (9). Conservate in frigorifero per qualche ora e rovesciate la ricotta in un piatto.

Consigli

  • Il latte da utilizzare è intero fresco pastorizzato ma andrà bene anche a lunga conservazione. Le dosi indicate servono per ottenere una ricotta da 200 grammi circa. Se avete un termometro da cucina dovete portate il latte a una temperatura di 80°C. In alternativa andate a occhio. Più precisamente dovete versare la parte acida solo quando il liquido formerà un po' di schiuma ai bordi e quindi si starà scaldando per bene. Mi raccomando, non aggiungete prima il limone perché i grumetti non si formeranno e non otterrete alcun risultato. Se non vi piace il limone potete sostituirlo con l'aceto di vino, di riso o con l'acido citrico.
  • Quando riporrete i fiocchi di latte nel canovaccio potete anche strizzare il tutto. Dipende un po' dai vostri gusti, se amate un formaggio molto asciutto o no. In generale la ricetta tradizionale vuole che la ricotta sia umida. Una volta pronta si può mangiare calda, appena preparata, oppure fredda, dopo averla lasciata qualche minuto in frigorifero a solidificare.
  • Se non disponete di una fuscella riutilizzate il vasetto di una ricotta, di uno yogurt per farne più di una o uno stampo per muffin. Per la variante vegana utilizzate il latte di soia o altri tipi di origine vegetale.
  • Potete sbizzarrirvi in cucina con le ricette: pasta e ricotta, cannelloni, ravioli per quanto riguarda i primi, ma anche pietanze più semplici, come ricotta fritta o da usare in insalata. Numerose le alternative dolci tra torte, millefoglie, strudel. Ottima anche per la prima colazione o merenda. Cospargete la ricotta di miele in superficie oppure tuffatela nel latte.

Conservazione

La ricotta non va congelata ma riposta in frigorifero per tre giorni al massimo.