ingredienti
  • Albicocche 300 gr
  • Colla di pesce 10 gr
  • Panna 150 ml fresca da montare • 335 kcal
  • Zucchero bianco 100 gr • 750 kcal
  • Acqua 3 cucchiai • 750 kcal
  • Per decorare
  • Albicocche 1 (o qualche ciuffo di panna montata)
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La mousse di albicocche è un dessert fresco ed estivo a base di albicocca. L'albicocca è uno dei frutti più rappresentativi delle estati italiane, ottima sotto forma di succo e di confettura, io stessa la uso spesso nella preparazioni di crostate e dolci in genere e la mousse di albicocche è uno di questi.
In realtà questa mousse di albicocche somiglia molto a un budino ma la sua consistenza è comunque spumosa, pur avendo all'interno la colla di pesce che la rende più "solida" rispetto alle classiche mousse che siamo abituati a mangiare.

Come si fa la mousse di albicocche

Per fare la mousse di albicocche, bisogna utilizzare solamente quattro ingredienti, un dolce semplice ma non per questo poco calorico (per via della presenza della panna)

Come prima cosa mettete ad ammorbidire la colla di pesce in un recipiente contenente acqua fredda

dopo aver lavato le albicocche asciugatele delicatamente, togliete il nocciolo e tagliatele a metà

tagliate ogni metà in due spicchi e ogni spicchio in quattro parti,

mettete tutte le albicocche in un recipiente e frullatele con un frullatore a immersione. Fondamentale, per la riuscita della ricetta, utilizzare della frutta ben matura che sarà quindi morbida e dolce.

Prendete un poco di purea di albicocche e mettetela in un pentolino con tre cucchiai di acqua e la colla di pesce ammorbidita e strizzata, cuocete a fuoco bassissimo per 30"/1′ giusto il tempo di far sciogliere la colla di pesce, rimestando continuamente

unite questo composto di colla e purea alla purea precedentemente preparata, aggiungete lo zucchero e amalgamate bene. A parte montate la panna fresca e unitela al composto.

con molta delicatezza e servendovi di una frusta da cucina o di un cucchiaio incorporate la panna montata alla purea, con movimenti lenti dall'alto verso il basso che vi eviteranno di smontare la panna

A questo punto dovrete solo scegliere il recipiente che più preferite per servire la vostra mousse, dei bicchierini monodose, un grande stampo da budino (magari in silicone) o degli stampini monodose. Negli ultimi due casi dovrete avere l'accortezza di spennellare lo stampo con acqua fredda prima di versarci dentro la mousse di albicocche

mettete il tutto in frigo per non meno di tre ore e, nel caso degli stampi sopracitati, prima di servirli immergeteli un attimo in acqua calda, per facilitare il distaccamento della mousse di albicocche dalle pareti

sformate e servite, decorando a piacere con qualche ciuffetto di panna montata o con qualche sottile fettina di albicocca. La mousse di albicocche si conserva benissimo in frigo per alcuni giorni

Consigli

Proprio per il fatto che non si tratta di un budino, per la mousse di albicocche ho preferito provare vari recipienti per la presentazione perché non avevo idea del risultato post refrigerazione; ora posso dire che non c'è una preferenza, anche nello stampino monodose il risultato ha retto bene e la consistenza della mousse di albicocche mi ha permesso di servire la porzione monodose che vedete nella prima foto.

E ora un'ultima precisazione, forse scontata: nulla vieta di sostituire le albicocche con le pesche, o con un mango, con delle fragole o con il melone, l'importante è che si utilizzi frutta ben matura e di consistenza simile alle albicocche.

Se amate gli amaretti, potete servire la mousse di albicocche con una base di biscotti sbriciolati per ciascuna coppetta oppure potete aromatizzare il composto con un liquore all'amaretto.