La ratatouille è un piatto tipico della tradizione culinaria francese a base di verdure miste saltate in padella o cotte al forno. Una ricetta che ricorda la nostrana caponata, perfetta per accompagnare secondi piatti a base di carne o anche come gustoso piatto unico se accompagnato con del riso. Resa famosa dal celebre film Disney, la ratatouille è ormai un piatto conosciuto e apprezzato in tutto il mondo per il suo gusto e la sua semplicità. Come prepararla al meglio? Ecco gli errori da non fare seguendo la ricetta originale francese!

5 errori da non fare per una ratatouille perfetta

Scegliere le verdure

La ricetta originale della ratatouille prevede aglio, cipolla, peperoni, melanzane, zucchine e pomodori. La cipolla rossa ha un gusto più dolce rispetto a quella bianca che in questo caso si sposa meglio con il resto delle verdure. Siete indecisi sulle melanzane? Niente paura, vanno bene sia lunghe che viola, fate solo attenzione ad eliminare i semi se dovessero essercene troppi. Scegliete i peperoni rossi e gialli, che donano sapore e colore al vostro piatto, eliminate anche in questo caso i semi oltre al torsolo. Se non avete i pomodorini non preoccupatevi, potete anche utilizzare della polpa o dei pomodori pelati. Nella ricetta originale non compaiono le patate, se volete utilizzarle la ratatouille assomiglierà ad un altro celebre contorno gustoso: la ciambotta!

Cipolla o aglio?

Cipolla

La ratatouille è una ricetta povera di origine contadina quindi il dubbio si scioglie così: aglio e cipolla insieme! Fate attenzione a tagliare la cipolla a rondelle e a rosolarla a fiamma dolce per non farla bruciare, una cipolla bruciata rovinerebbe la ratatouille! Sbucciate l'aglio e privatelo dell'anima così da renderlo più digeribile. Non siate avari con le quantità, se preparate la ratatouille per 4 persone utilizzate due o 3 spicchi di aglio.

In che ordine?

Per preparare una ratatouille perfetta è molto importante non sbagliare l'ordine in cui vanno cotte le verdure. Nella ricetta tradizionale francese le diverse verdure vengono cotte separatamente e solo alla fine unite e mescolate insieme. Iniziate con la cipolla e l'aglio che dovranno imbiondirsi leggermente senza però arrivare a cottura, con una schiumarola eliminatele dall'olio e fate saltare i peperoni per 5 minuti. Quando i peperoni saranno quasi pronti toglieteli dalla padella e cuocete le zucchine. In ultimo, quando anche le zucchine saranno cotte, cuocete le melanzane unendo se necessario un pochino di olio. Solo alla fine, quando tutte le verdure saranno pronte riunitele nella padella, unite i pomodorini e cuocete per 5 minuti.

Taglio delle verdure

melanzane funghetto cubi

La ratatouille è un piatto buono da mangiare e bello da vedere: è importante che le verdure siano tagliate a cubetti e che le dimensioni siano uguali; la dimensione perfetta è tra 1 e 2 centimetri. In questo modo la cottura sarà uniforme e le verdure non si sfalderanno in cottura. Ogni regola ha delle eccezioni: la cipolla tagliatela a rondelle, in questo modo sarà riconoscibile nel piatto e non si perderà nel resto degli ingredienti; i pomodorini invece tagliateli a metà e, se sono molto piccoli, cuoceteli interi dopo averli bucherellati con uno stecchino. In alternativa, se volete preparare un piatto più scenografico potete tagliare tutte le verdure a rondelle, proprio come nel celebre film della Disney.

Spezie e aromi

Anche nel caso delle spezie e delle erbe aromatiche nella preparazione della ratatouille non bisogna essere timidi: profumate le vostre verdure con timo, rosmarino, basilico fresco, salvia e maggiorana. La ratatouille è un piatto povero ma ricco di sapore, condite ogni verdura con sale e pepe in cottura e non risparmiatevi con l'olio extravergine di oliva, solo così otterrete una vera ratatouille!