ingredienti
  • Cavolfiore 1kg
  • Patate 400 g • 661 kcal
  • Latte 1/2 litro • 32 kcal
  • Burro q.b. • 79 kcal
  • Sale q.b. • 79 kcal
  • Pepe nero q.b. • 79 kcal
  • Noce moscata q.b.
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il purè di cavolfiore è un contorno facile da preparare e molto nutriente. Una preparazione semplice e veloce per gustare al meglio questo ortaggio ricco di vitamine e dal gusto molto particolare. La morbidezza del cavolo unita alla cremosità delle patate rende questo contorno perfetto per accompagnare secondi di carne o per gustare un piatto caldo per una cena veloce.

Come preparare il purè di cavolfiore

Per preparare il purè di cavolfiore mettete a bollire le patate con la buccia (1). Nel frattempo lavate e tagliate il cavolfiore: togliete le foglie esterne e il torsolo interno,  tenete solo le cime e tagliatele grossolanamente (2). In un tegame ampio mettete le cime del cavolfiore coperte con acqua e fate cuocere fino a che il cavolfiore non risulterà bollito.

Quando le patate saranno cotte, scolatele e prima che si raffreddino sbucciatele e passatele in uno schiacciapatate (4). Unite le patate schiacciate al cavolfiore bollito. Aggiungete alle verdure il latte e con un frullatore ad immersione frullate il tutto fino a che il vostro composto non sarà bene amalgamato (5). Aggiungete sale, pepe, un pizzico di noce moscata e una noce di burro. Mescolate bene e cuocete il tutto per 5 minuti a fiamma bassa così che il purè possa cuocere ed amalgamarsi senza ricominciare a bollire (6). Servite caldo con qualche fogliolina di prezzemolo per guarnizione e un pizzico di noce moscata.

Consigli

Per rendere il sapore del vostro purè più deciso, aggiungete a fine cottura del parmigiano grattugiato e amalgamate con una noce di burro.

Varianti

Potete preparare il vostro purè anche senza patate: cuocete il cavolfiore e frullate insieme a latte, burro, sale e pepe. Il vostro purè risulterà un pò meno cremoso ma senza dubbio più leggero. Potete sostituire il burro con dell'olio evo.

Curiosità

Se volete cucinare il cavolfiore ma non amate l'odore molto forte che sprigiona in cottura, potete immergere una fetta di pane nell'aceto e posizionarla sul bocchetto di apertura del coperchio che userete per coprire la pentola oppure potete aggiungere una foglia di alloro o un cucchiaio di aceto direttamente all'acqua di cottura del cavolfiore.