ingredienti
  • Petto di pollo 600 gr • 750 kcal
  • Burro 30 gr • 43 kcal
  • Farina tipo 00 2 cucchiai • 750 kcal
  • Latte 1 bicchiere • 43 kcal
  • Cipollotto 1
  • Scalogno 1 (Facoltativo) • 29 kcal
  • Vino bianco 1/2 bicchiere • 21 kcal
  • Paprika dolce 1 cucchiaio • 305 kcal
  • Paprika forte 1 cucchiaio • 29 kcal
  • Sale marino q.b. • 750 kcal
  • Prezzemolo q.b. • 79 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il pollo alla paprika è l'ideale se volete preparare un secondo piatto gustoso e speziato: un modo per valorizzare al meglio il classico petto di pollo in padella o per dare più gusto ai fusi di pollo. Nella nostra ricetta abbiamo utilizzato il petto di pollo tagliato a cubetti, passato nella farina e cotto in padella con burro, cipollotto e scalogno, a cui abbiamo aggiunto latte e paprika, sia dolce che piccante: potete scegliere se utilizzarle entrambe o solo quella dolce o quella forte, per una secondo più "hot", in alternativa potete utilizzare la paprika affumicata. Spolverate infine il pollo alla paprika con prezzemolo, o un erba aromatica a vostra scelta, e servitelo caldo.

Come preparare il pollo alla paprika

Tagliate il petto di pollo a cubetti. In una padella capiente fate sciogliere il burro.(1) Aggiungete il cipollotto tagliato a rondelle o tritato e lo scalogno. Lasciate rosolare, nel frattempo passate il pollo nella farina (2) e aggiungete i bocconcini in padella. Cuocete a fuoco vivace per alcuni minuti e sfumate con il vino bianco. Non appena il vino sarà completamente evaporato, aggiungete il latte, la paprika e un pizzico di sale, coprite con un coperchio, abbassate la fiamma a lasciate cuocere rigirando di tanto in tanto. Se il sughetto dovesse restringersi troppo, aggiungete un altro po' di latte o acqua calda. Fate cuocere per 10 minuti. Servite il vostro pollo alla paprika ben caldo con del prezzemolo tritato. (3)

Consigli

Per rendere la salsa più liscia potete passarla al minipimer. Se invece dovesse risultare troppo liquida, aggiungete un po' di farina setacciata, così da stringerla ma senza formare grumi.

Potete accompagnare il pollo alla paprika con patate lesse o al forno, purè o con una semplice e fresca insalata mista.

Al posto del petto di pollo potete utilizzare anche i fusi di pollo alla paprika: privateli della pelle, infarinateli e procedete come da ricetta. Per il petto di pollo vi basteranno 10 minuti di cottura, mentre per i fusi di pollo ci vorranno almeno 40 minuti.

Per rendere il pollo più saporito, potete sciogliere 1/2 dado vegetale nel bicchiere di latte, prima di aggiungerlo in padella.

Se volete ottenere un risultato ancora più cremoso, potete preparare il pollo alla paprika con la panna al posto del latte: fate rosolare il pollo in padella, aggiungete poi la panna e lasciate cuocere per alcuni minuti fino a farla addensare. Non appena la panna sarà cremosa al punto giusto, potete servire il vostro pollo alla paprika.

Per una ricetta veloce e gustosa, tagliate il petto di pollo a cubetti, passateli in un mix di farina e paprika (dolce o piccante), fateli rosolare, aggiungete il sale e aggiungete solo un po' di acqua: cuocete per circa 10 minuti. Cospargete con prezzemolo tritato e servite caldo.

Per una preparazione più light potete optare per il pollo alla paprika al forno: in questo caso sarà meglio utilizzare i fusi di pollo in quanto più adatti alla cottura al forno. Lavate e asciugate i fusi di pollo, metteteli in un tegame o in una pirofila e aggiungete sale, pepe, paprika e olio extravergine d'oliva. Massaggiate la carne così da farla insaporire, coprite con pellicola trasparente e fate marinare per 2 ore. Mettete in forno per 30 minuti, irrorrate con un po' di vino, girate i fusi, rimettete in forno e cuocete per un'altra mezz'ora o fino a cottura ultimata. Fate intiepidire e servite.

Come conservare il pollo alla paprika

Potete conservare il pollo alla paprika per 2 giorni in frigo coperto con pellicola trasparente o all'interno di un contenitore ermetico. Riscaldatelo nel forno a microonde per pochi minuti prima di servire.