ingredienti
  • Pollo 1kg • 110 kcal
  • Pomodorini 400g • 20 kcal
  • Carota 5 • 21 kcal
  • Sedano 3 gambi • 21 kcal
  • Cipolla q.b. • 365 kcal
  • Aglio q.b. • 79 kcal
  • Vino rosso q.b.
  • Prezzemolo q.b. • 79 kcal
  • Pepe nero q.b. • 79 kcal
  • Sale marino q.b. • 750 kcal
  • Olio extravergine di oliva q.b. • 79 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il pollo alla cacciatora è un secondo piatto tipico della cucina italiana, una pietanza a base di carne bianca e verdure semplice e succulenta, che piacerà a tutta la famiglia. Anche se sono in tanti a rivendicarne la paternità, sembra che la ricetta originale del pollo alla cacciatora sia nata in Toscana. Si tratta di pollo tagliato a pezzi rosolato in padella con cipolla, aglio, carote, sedano, sfumato con il vino e cotto con l'aggiunta di pomodoro: il risultato finale sarà un secondo piatto gustoso e irresisitibile da servire con il suo delizioso sughetto.

Come si prepara il pollo alla cacciatora

Lavate e asciugate il pollo. Mettete sul fuoco una padella con olio, cipolla e aglio (1): aggiungete poco olio perché la pelle del pollo rilascerà molto grasso. Non appena la ciplla sarà dorata. unite anche sedano e carote tagliate a pezzettini (2) e mettete, dopo qualche minuto,  i pezzi di pollo con la pelle precedentemente lavata ed asciugata, aggiungendo un pizzico di sale (3).

Versate il vino sul pollo (4), lasciate sfumare e cuocete il tutto per 10 minuti, inserendo qualche rametto di rosmarino (5). Aggiungete i pomodorini e un altro po' di sale, un pizzico di pepe (6), coprite con il coperchio e lasciate cuocere per altri 30 minuti a fiamma media o fino a che il pollo non risulti morbido. Aggiungete al vostro pollo alla cacciatora prezzemolo a piacere prima di servire il piatto ancora caldo.

Consigli

Al posto dei pomodorini potete utilizzare i pomodori pelati o la passata di pomodoro, in base anche alla stagione e ai gusti personali.

Chi preferisce potrà aggiungere anche del peperoncino e delle olive taggiasche, per rendere ancora più saporito il pollo alla cacciatora.

Potete sostituire il vino rosso con il vino bianco, se preferite.

Se non amate il prezzemolo potete ometterlo dagli ingredienti e sostituirlo con della maggiorana. Inoltre potete aggiungere al rosmarino anche qualche fogliolina di salvia.

Potete accompagnare il pollo alla cacciatore con un contorno di patate al forno, gustose e croccanti, oppure con purè di patate o con un'insalata mista.

Varianti

In alcune regioni il pollo alla cacciatora viene preparato con l'aggiunta di più carote e sedano e, in altre versioni, si aggiungono anche i funghi freschi tagliati a fettine, melanzane i peperoni, da unite in padella dopo il soffritto e prima di aggiungere il pollo. C'è poi chi bagna il pollo con acqua, brodo o aceto bianco, al posto del vino.

In alternativa potete poi preparare il pollo alla cacciatore senza pomodoro, realizzando una versione in bianco: vi basterà non aggiungere il pomodoro. Una volta rosolato il pollo e sfumato con il vino bianco, coprite con il coperchio cuocete per circa 20 minuti. A metà cottura aggiungete il rosmarino e, se preferite, le olive denocciolate.

Quale vino abbinare?

Date le origini toscane del pollo alla cacciatora il vino da abbinare più indicato è forse proprio quello che storicamente ha calcato le stesse tavole: il Chianti. Essendo un piatto con carni bianche ma allo stesso tempo saporito e grasso, il vino deve equilibrare i sapori, non deve essere né troppo morbido né eccessivamente tannico perché la struttura del piatto è comunque limitata, dunque sono indicati rossi con una buona acidità come un Chianti, un Aglianico e un Montepulciano.

Conservazione

Il pollo alla cacciatora può essere conservato in frigo per due giorni se inserito in un contenitore apposito per la conservazione degli alimenti.