ingredienti
  • Per l'impasto
  • Farina 00 400 gr • 750 kcal
  • Lievito di birra 25 gr • 325 kcal
  • Sale 1 pizzico • 750 kcal
  • Acqua tiepida q.b.
  • Per il sugo
  • Salsa di pomodoro 500 gr
  • Aglio 1 spicchio • 79 kcal
  • Sale q.b. • 750 kcal
  • Olio extravergine d’oliva q.b. • 21 kcal
  • Basilico q.b. • 15 kcal
  • Parmigiano grattugiato q.b. • 21 kcal
  • Per friggere
  • Olio di semi d’arachide 1 litro • 690 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le pizzelle fritte, o pizzette fritte, sono una bontà tipica della tradizione culinaria campana, diventate un tipico street food napoletano. Sono presenti, infatti, anche nel film di Vittorio De Sica "L'oro di Napoli": la protagonista di un episodio, le bellissima Sophia Loren, vende le squisite pizzelle fritte in un vicolo della Napoli dei primi del Novecento. Scene di vita popolare che si ripresentano ogni volta che si mangiano queste invitanti pizze per le strade della città: potete però prepararle anche a casa, per deliziare e stupire i vostri ospiti. Per realizzarle vi basterà preparare l'impasto della pizza che sarà poi fritto e condito a piacere, solitamente con un sughetto realizzato con pomodoro, olio e basilico, con l'aggiunta di formaggio grattugiato. Una volta pronte gustatele ben calde, ma sono ottime anche tiepide.

Storia e origine delle pizzelle fritte

La storia delle pizzelle fritte, conosciute in tutta italia come pizze o pizzette fritte, ha origine a Napoli. Venivano infatti preparate e vendute nei tipici bassi napoletani, piccole case al pian terreno dove vivevano le famiglie più povere, e spesso più numerose, della città. Le pizzelle fritte erano conosciute anche come "ogge a otte", cioè "la consumo oggi e la pago tra otto giorni": era infatti usanza tra i pizzaioli fare credito ai clienti.

Come preparare le pizzelle fritte

Stemperate il lievito in una ciotola con un po' di acqua tiepida, aggiungete 2 pugni di farina e fate lievitare per 30 minuti in un luogo tiepido. Versate la farina a fontana su una spianatoia e, al centro, inserite il panetto lievitato con un po' di sale. Incorporate la farina man mano aggiugendo aqua tiepida e lavorate l'impasto energicamente fino ad ottenere una consistenza morbida ed elastica: ci vorranno circa 15 minuti. Ora dividete l'impasto i circa 12 pagnottelle e fatele lievitare per un'ora coperte con un canovaccio o con una coperta. Nel frattempo preparate il sughetto: fate rosolate l'aglio nell'olio fino a doratura, aggiungete poi la salsa di pomodoro, aggiungete il sale e lasciate cuocere per circa mezz'ora a fuoco lento, infine aggiungete qualche foglia di basilico. Trascorso il tempo necessario schiacciate le palline di impasto ricavandone dei dischi con le mani: dovranno essere spessi circa 1 cm con il bordo un po' più alto. Ora friggete poche pizzette alla volta in abbondante olio bollente, scolatele e sistematele su carta da cucina. Conditele con il pomodoro, aggiungete del parmigiano grattugiato e servite ben calde.

Consigli

Prima di friggere le pizzette assicuratevi che la temperatura dell'olio sia corretta: dovrà essere circa 180°. Se non avete un termometro da cucina, utilizzate come prova un pezzetto di impasto: immergetelo nell'olio, se accanto si formano delle bollicine, allora potete procedere con la frittura.

Se amate le pizze fritte provate anche la squisita montanara, morbidissima e condita con sugo di pomodoro e mozzarella a pezzetti.