La pizza di scarola è bella, buona e facile da preparare! Un rustico tipico della tradizione culinaria napoletana, un classico che non manca mai sulle tavole imbandite o nella cucina della nonna. La pizza di scarole è buona sempre: Natale, Pasqua e Capodanno! Un rustico semplice a base di scarole saltate con olive nere, capperi, pinoli e uvetta che non smetterete più di preparare. Come farla perfetta e senza errori? Ecco i nostri consigli!

5 consigli per fare una pizza di scarola perfetta

La farina giusta

pignoccata farina

Per la pizza di scarola alla napoletana è consigliabile utilizzare la farina 0, anche detta farina di tipo uno. Questa farina è infatti meno raffinata e più ricca di glutine e fibre rispetto alle altre, proprio questa caratteristica la rende ottima per la panificazione e permette all'impasto di risultare più elastico e facile da farcire.

La lievitazione

Per una pizza di scarola perfetta ci vuole un pò di pazienza! Meglio utilizzare meno lievito e aspettare un'ora in più: l'impasto deve riposare almeno 4 ore per essere ben lievitato e soprattutto più facilmente digeribile. Dopo un primo riposo di 3 ore dovrete dividere l'impasto in due panetti e farli riposare per un'altra ora prima di farcirli. Se volete essere davvero integerrimi nella preparazione allora impastate il giorno prima, utilizzando 12 grammi di lievito (mezzo panetto) per 500g di farina e fate riposare per tutta la notte, per una pizza di scarole perfetta vale la pena aspettare!

La scarola

La scarola deve essere cotta due volte: dopo averla pulita bene ed eliminato le foglie esterne più dure, cuocetela per 10 minuti in pentola con un dito di acqua e con coperchio. In questo modo la scarola diventerà tenera e perderà i liquidi in eccesso: scolatela e saltatela in padella con un filo d' olio e aglio. Unite dopo qualche minuti i capperi dissalati, le olive denocciolate, i pinoli e l'uvetta. Cuocete per 10 minuti, non di più: la scarola deve restare morbida senza stracuocersi. Scolatela dal liquido in eccesso e fate raffreddare prima di condire l'impasto.

Spessore delle sfoglie

Alta, bassa, sottile o un pò più spessa: la pizza di scarole può essere preparata in modi diversi, tutti ottimi! Il nostro consiglio è di stendere la sfoglia che farà da base della vostra pizza di scarole per uno spessore non superiore ad un centimetro. La sfoglia superiore invece può essere tirata un pò meno ed avere uno spessore maggiore rimanendo comunque soffice in cottura!

Lo strutto

Anche se non piace proprio a tutti, lo strutto può essere un alleato prezioso per la vostra pizza di scarole: se potete sostituitelo all'olio nell'impasto della pizza e, per un tocco davvero di gusto, cospargetene qualche ciuffo sulla superficie della vostra pizza prima di infornare, la vostra pizza acquisterà un colore dorato e un sapore inconfondibile!