ingredienti
  • Aglio orsino 250g
  • Parmigiano grattugiato 50g • 21 kcal
  • Olio Evo 125ml
  • Sale grosso un cucchiaino
  • Pinoli 60g • 595 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il pesto all'aglio orsino è una ricetta alternativa al classico pesto di basilico, una preparazione semplice e dal sapore deciso che oggi abbiamo sperimentato per voi! L'aglio orsino è una pianta erbacea spontanea utilizzata in cucina e nel mondo della cosmesi. Il suo nome deriva probabilmente dal fatto che gli orsi ne vanno ghiotti e dal fatto che il suo profumo ricordi quello dell'aglio. Questa pianta bulbosa non si trova facilmente in commercio ma se avete voglia di fare una bella scampagnata magari vicino a qualche ruscello, certamente potrete farne scorta ed utilizzarla per preparare pesi, infusi o frittate. Le caratteristiche nutritive, depurative ed antiossidanti dell'aglio orsino ne fanno un ingrediente ottimale per la nostra salute, tanto che già greci e romani la utilizzavano come pianta medicinale. Oggi l'abbiamo utilizzata per preparare un pesto cremoso e profumato in pochissimi minuti: seguite la ricetta!

Come preparare il pesto all'aglio orsino

Per preparare il pesto all'aglio orsino occorre procedere proprio come per il pesto di basilico. Pulite accuratamente le foglie di aglio orsino, eliminate i fiori e asciugate le foglie tamponandole con un foglio di carta da cucina (1). Prendete un mortaio, unite le foglie pulite ed un pizzico abbondante di sale grosso: iniziate a pestare con il pestello fino a quando le foglie non inizieranno a rilasciare un liquido dal colore verde (2). Unite a questo punto l'olio extravergine di oliva, un cucchiaio di parmigiano grattugiato ed i pinoli e continuate a pestare fino ad ottenere una consistenza cremosa (3). Il vostro pesto è pronto per essere servito su croccanti fette di pane o per condire un buon piatto di pasta!

Consigli

Potete sostituire i pinoli con delle mandorle oppure delle noci per ottenere un pesto dal gusto più agrodolce.

Per un barattolino di pesto occorrono una trentina di foglie di aglio orsino.

Il periodo migliore per raccogliere l'aglio orsino è tra marzo e maggio, momento in cui avviene la fioritura di questa pianta spontanea.

Varianti

Se non avete un mortaio o semplicemente volete velocizzare i passaggi della ricetta potete utilizzare un mixer oppure un frullatore ad immersione.

Conservazione

Potete conservare il pesto all'aglio orsino per due o tre mesi: versatelo in un barattolo, coprite la superfice con olio evo e dopo averlo chiuso ermeticamente riponetelo in un luogo asciutto lontano da fonti di calore.