ingredienti
  • Pesche 4 • 30 kcal
  • Acqua 550 ml • 750 kcal
  • Zucchero 250 gr • 750 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le pesche sciroppate sono una conserva estiva che si può fare in casa facilmente con pochi ingredienti. Possono essere usate per realizzare una torta o per accompagnare gelati e dolci. Dovete scegliere delle ottime pesche, come quelle gialle e dure, per questa tipologia di conserva e sterilizzare bene il vasetto di vetro per poterle assaporare in inverno.

Come preparare le pesche sciroppate

Sterilizzate il barattolo in cui conserverete le pesche. In una pentola piena d’acqua immergete il barattolo e il suo tappo (1), avvolgendoli in un canovaccio per evitare la rottura. Dalla bollitura lasciate andare per 25 minuti. Estraete il barattolo dall’acqua e mettetelo ad asciugare a testa in giù su un panno pulito e asciutto (2). Tagliate a metà le pesche. Mettetele in una pentola in abbondante acqua e lasciate cuocere per 3 minuti circa (3).

Scolate le pesche ed eliminate i noccioli. Lasciate raffreddare le pesche, sbucciatele e mettetele nel barattolo (4). In un pentolino mettete l’acqua e lo zucchero e portate a bollore (5). Quando lo zucchero si è completamente sciolto versate lo sciroppo nel barattolo. Fate uscire tutta l’aria e le bollicine che si creano. Chiudete il barattolo e lasciatelo riposare a testa in giù (6). Lasciate che il liquido si raffreddi completamente. Mettete il barattolo in una pentola piena di acqua e lasciate andare per almeno mezz'ora. Quando estraete il barattolo non deve avere aria al suo interno. Se avete un barattolo con il tappo in alluminio provate a schiacciare al centro, se non fa “clic” la sterilizzazione è riuscita. In caso contrario ripetete l’operazione.

Ricette con le pesche sciroppate

Pesche sciroppate al forno ripiene di cioccolato e amaretti

Le pesche ripiene in piemonte sono uno dei dessert più consumati. Potete prepararle sia con le pesche fresche che con le pesche sciroppate. In una ciotola unite 85 grammi di cioccolato fondente, tritato finemente, 130 grammi di amaretti sbriciolati, 2 uova, una noce di burro, due cucchiai di cacao amaro e 40 grammi di zucchero. Amalgamate bene gli ingredienti e farcite il centro della vostra pesca. Infornate a 180° per circa mezz’ora.

Torta di pesche sciroppate

Le pesche sciroppate sono perfette per preparare una golosa torta di pesche o una crostata. Non avete bisogno necessariamente delle pesche fresche, quelle sciroppate sono perfette. Una profumatissima torta di pesche che accompagnerà le vostre colazioni estive.

Pesche sciroppate grigliate

Se avete poco tempo per preparare il dessert, le pesche sciroppate grigliate fanno al caso vostro. Accendete la griglia e lasciate che si scaldi. Posizionate le pesche sulla griglia per qualche minuto, lasciando che si formi la crosticina, e mettetele su un piatto. Sbriciolate sulle pesche calde qualche amaretto e gocce di cioccolato e un cucchiaio di zucchero semolato ed ecco che il vostro dessert è pronto. Una ricetta light e semplice, se omettete gli amaretti è una ricetta perfetta per i celiaci.

Come conservare le pesche sciroppate

Se avete seguito la procedura di sterilizzazione allora mettete il barattolo in un luogo asciutto e buio, in questo modo le pesche vi dureranno fino a sei mesi dal processo di sterilizzazione. Se invece avete deciso di non sterilizzarle, conservatele nel loro sciroppo in frigorifero. In questo modo dovrebbero conservarsi per quasi una settimana.