ingredienti
  • Pesce persico 800 g
  • Patate 600 g • 661 kcal
  • Olive nere 1 manciata • 79 kcal
  • Capperi q.b. • 25 kcal
  • Pomodori da sugo 300 g
  • Prezzemolo 1 ciuffo • 79 kcal
  • Olio d’oliva 20 ml • 901 kcal
  • Sale 1 pizzico • 661 kcal
  • Pinoli 40 g • 595 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il pesce persico alla genovese è un secondo di pesce sano e gustoso, da preparare secondo la tradizione ligure. Si tratta di una ricetta molto sbrigativa e semplice. Ideale anche come cena dell'ultimo momento, per non ripiegare su cibi già pronti. Vi renderete conto quanto la carne è delicata e senza spine, quindi perfetta anche per i bambini. In generale è un piatto che si presta a diverse varianti, ma il gusto mediterraneo è quello migliore in assoluto. Pomodori, capperi, olive nere e un po' di patate. Niente di più semplice e genuino.

Come preparare il pesce persico alla genovese

Sbucciate le patate e tagliatele a metà per facilitare la cottura. Mettetele a bollire in acqua salata (1). Una volta pronte riponetele in una pirofila con olio. Aggiungete il pesce persico e salate (2). Unite le olive (3).

Procedete con i capperi (4) e i pinoli. Dopo averli affettati su di un tagliere, mettete anche i pomodori e il prezzemolo fresco (5). Infornate a 200° per 40 minuti e servite il pesce persico alla genovese ben caldo (6).

Consigli

Per velocizzare i tempi potete sia preparare le patate dal giorno prima che tagliarle a piccoli cubetti in modo che la cottura sia breve. Se acquistate un pesce persico non pulito ecco come dovrete procedere: riponetelo sul tagliere, togliete le pinne con le forbici ed estraete le interiora.  Rimuovete quindi le squame e lavate per bene con acqua corrente. Il vostro pesce persico, una volta che lo avrete tamponato e asciugato, è pronto per essere cotto secondo i vostri gusti.

Varianti

Il pesce persico si presta a molte ricette. Oltre alla cottura in forno potreste tagliarlo a piccoli cubetti e cuocerlo in padella con olive verdi e radicchio.

Un abbinamento gustoso è anche con i funghi, anche se si tratta di una variante più invernale. Ottimo anche se sfilacciato e portato in tavola con un primo, magari degli spaghetti. Da non dimenticare una preparazione deliziosa che si consuma vicino al lago di Garda: il risotto al pesce persico. Chi ama i sapori delle grigliate può cuocerlo alla brace e condirlo semplicemente con olio, sale e limone.

Conservazione

Il pesce persico alla genovese si consuma subito appena pronto, ma in alternativa si può riporre in frigorifero chiuso con carta stagnola per un giorno al massimo. Evitate la congelazione.