ingredienti
  • Patate 700 g • 661 kcal
  • Pangrattato 70 g • 351 kcal
  • Parmigiano grattugiato 30 g • 79 kcal
  • Timo q.b. • 661 kcal
  • Aglio in polvere 1 spolverata
  • Sale 1 pizzico • 79 kcal
  • Olio d’oliva 2 cucchiai • 901 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le patate sabbiose sono un contorno semplice e originale allo stesso tempo, perfetto per accompagnare secondi di carne o pesce. La panatura si ottiene mescolando il pangrattato con aromi e parmigiano grattugiato. Il piatto che mette tutti d'accordo e riempie dopo un pranzo o una cena tra amici o in famiglia. Una croccantezza irresistibile esterna che avvolge le patate in tutta la loro morbidezza.

Come preparare le patate sabbiose

Pelate le patate (1) e risciacquatele per bene. Prendete un tagliere e affettate a cubetti con un coltello a lama sottile (2). Immergetele in una pentola piena d'acqua (3) e fate sbollentare per 10 minuti massimo.

A parte preparate il condimento. Unite il pangrattato (4) e il resto degli ingredienti: timo, sale, aglio in polvere e parmigiano grattugiato (5). Scolate le patate (6).

Una volta freddate, aggiungetele alla ciotola con gli aromi (7). Mescolate aiutandovi con un cucchiaio e cospargete con olio (8). Rivestite con carta forno una teglia e infornate a 200° per (9). Servite le patate sabbiose ancora calde.

Consigli

Per preparare le patate sabbiose potete anche evitare di sbollentarle in acqua calda ma cuocerle direttamente in forno. Ovviamente ci vorrà più tempo per la realizzazione. Scegliete gli aromi che preferite. Il timo ha un profumo particolare che si sposa molto bene con la pietanza, ma andranno benissimo anche rosmarino, maggiorana ed erba cipollina. Anche la noce moscata, se vi piace, può essere grattugiata sopra le patate prima di essere infornate. Il piatto comunque non deve essere confuso con le patate gratinate, da realizzare diversamente. In questo caso infatti il pangrattato viene steso in superficie insieme a riccioli di burro e altre spezie. Scegliete la forma che preferite: lunghe, sottili, spesse o a cubetti.  L'ideale è sempre utilizzare ingredienti freschi e non surgelati.

Varianti

Le patate sabbiose in padella sono un'ottima alternativa a questa ricetta. Si preparano allo stesso modo, cambia solo il metodo di cottura. Sono buone e croccanti allo stesso tempo e non hanno nulla da invidiare a quelle da forno. Vegetariani e vegani, possono evitare di mettere il parmigiano grattugiato e lasciare il condimento semplice.

Conservazione

Le patate sabbiose sono ottime se consumate subito. Con il passare del tempo tenderanno a seccarsi. Potete comunque conservarle in un contenitore per alimenti chiuso ermeticamente per un giorno.