ingredienti
  • Asparagi 500 gr • 45 kcal
  • Besciamella 500 ml • 21 kcal
  • Scalogno 1 spicchio • 20 kcal
  • Mozzarella 250 gr • 280 kcal
  • Prosciutto cotto 150 gr • 21 kcal
  • Pasta corta 250 gr • 390 kcal
  • Parmigiano grattugiato q.b. • 21 kcal
  • Olio extravergine di oliva q.b. • 79 kcal
  • Sale marino q.b. • 750 kcal
  • Pepe nero q.b. • 79 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il pasticcio di asparagi è un primo piatto davvero delizioso, una pietanza primaverile dal gusto delicato. È possibile preparare il pasticcio in tanti modi diversi, ad esempio mescolando l'ingrediente base con salse, formaggi e salumi, oppure, come nella nostra ricetta, con l'aggiunta di pasta: in questo modo realizzerete una squisita pasta al forno, rivisitata però per la primavera. Nella nostra ricetta prepareremo il pasticcio di asparagi con pasta, besciamella, mozzarella e prosciutto. Un piatto ideale per il pranzo della domenica o per una cena sfiziosa con gli amici.

Come preparare il pasticcio di asparagi

Pulite gli asparagi, lavateli e pelateli con un pelapatate, eliminando la parte filamentosa del gambo. Tagliate la parte bianca e riducete gli i gambi a rondelle, lasciando le punte da parte. Mettete in gambi in una pentola con l'olio, lo scalogno, un po' di sale e aggiunte 1 bicchiere di acqua o di brodo vegetale, e lasciate cuocere per 10 minuti, unite poi le punte di asparagi e continuate la cottura per altri 5 minuti. Nel frattempo preparate la besciamella, che non dovrà essere troppo densa. Ora tagliate la mozzarella a pezzetti e fatela scolare, così che perda il siero in eccesso e riducete il prosciutto a pezzetti. Cuocete la pasta in abbondante acqua salata, scolatela al dente e sistematela in una ciotola. Versate sul fondo di una pirofila un primo strato di besciamella, aggiungete la pasta, poi altra besciamella, il sugo di asparagi, la mozzarella, il prosciutto, il parmigiano grattugiato e un po di pepe. Continuate ora con la pasta e ricominciate con gli strati di besciamella, sugo di asparagi, mozzarella, prosciutto e parmigiano fino a completare gli ingredienti. Completate con un'ultimo strato di besciamella e asparagi. Cuocete in forno già caldo a 180°- 200° per circa 30 minuti. Una volta pronto, fate intiepidire il pasticcio di asparagi e portatelo in tavola.

Consigli

Se volete realizzare un pasticcio di asparagi ancora più ricco, potete sostituire il prosciutto con la salsiccia. Per la preparazione incidete il budello della salsiccia, tritate la carne e fatela rosolare in padella con lo scalogno, sfumate poi con il vino bianco, aggiungete gli asparagi crudi tagliati a rendelle e aggiungete del brodo vegetale. Fate cuocere per 20 minuti rigirando di tanto in tanto. Una volta pronto mettetelo in una ciotola e utilizzatelo per realizzare gli strati di pasta con la besciamella e la mozzarella.

Potete sostituire la mozzarella con la provola, se preferite un sapore più deciso, oppure con della ricotta: in questo caso otterrete un gusto più delicato. Potete poi utilizzare lo speck al posto del prosciutto cotto.

Per la preparazione del pasticcio di asparagi utilizzate preferibilmente pasta corta: in particolare penne o rigatoni, formati perfetti per accogliere il sughetto filante.

Varianti

In alternativa potete preparare la lasagna agli asparagi, ideale per un pranzo ricco e gustoso. Pulite e tagliate gli asparagi a rondelle, tenendo da parte le punte. Fate rosolare lo scalogno in una padella con l'olio, versate poi gli asparagi e salatateli in padella. Cuocete la sfoglia pronta per lasagne in abbondante acqua bollente e salata, per il tempo indicato sulla confezione. Una volta pronte, sollevatele e sistematele su un panno ad asciugare. Procedete poi alternando lo strato di lasagna con la besciamella, il sugo di asparagi, formaggio grattugiato e noce moscata, fino a terminare gli ingredienti. Infornate a 180° per circa mezz'ora o fino a doratura.

Come conservare il pasticcio di asparagi

Potete conservare il pasticcio di asparagi in frigo per 2 giorni coperti con pellicola trasparente o all'interno di un contenitore ermetico.