ingredienti
  • Spaghetti 360 gr • 365 kcal
  • Aglio 1 • 79 kcal
  • Prezzemolo 1 ciuffo • 79 kcal
  • Peperoncino 1 • 29 kcal
  • Olio extravergine di oliva q.b. • 79 kcal
  • Sale marino q.b. • 286 kcal
  • Pecorino romano 100 gr
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La pasta alla carrettiera è un primo piatto semplice e gustoso originario della Sicilia orientale, dell'area della Valle dei platani. Si tratta di spaghetti conditi con aglio a crudo, olio, peperoncino, prezzemolo tritato e pecorino grattugiato, a cui è possibile aggiungere anche un po' di pane secco grattugiato. Il nome deriverebbe dai carrettieri che preparavano questo piatto perchè di conservava a lungo e poteva essere gustato anche freddo. Esistono però diverse varianti della pasta alla carrettiera: sulle colline a ridosso della Valle dei platani si usa aggiungere il pomodoro pelato, mentre nella versione romana troviamo l'aggiunta di pomodoro, funghi e tonno.

Origini della pasta alla carrettiera

Gli spaghetti alla carrettiera nascono in Sicilia nei prima anni del Novecento. Si tratta di una ricetta semplice preparata con ingredienti poveri, inventata dai carrettieri che trasportavano merce o persone in cambio di pochi soldi. Si trattava quindi di un mestiere poco remunerativo che non permetteva, nei lunghi viaggi, di mangiare nelle osterie: per questo motivo i carrettieri portavano da casa ingredienti semplici come pasta, aglio, sale, olio e pane secco, oltre ad una pentolina e una grattugia, con l'aggiunta di qualche erbetta raccolta ai bordi delle strade. Si trattava di un piatto che poteve quindi essere preparato facilemente in qualsiasi momento, oppure poteva essere preparato in anticipo e mangiato freddo.

Come preparare la pasta alla carrettiera

Mettete sul fuoco una pentola con acqua e aggiungete un po' di sale. Nel frattempo tritate il prezzemolo e il peperoncino, sbucciate l'aglio, eliminate il germoglio verde, e tagliatelo a pezzetti. Versate aglio e peperoncino in una ciotola con olio, sale e pepe e mescolate con una forchetta. Non appena l'acqua comincerà a bollire fate cuocere gli spaghetti.(1) Scolateli al dente, ma conservate l'acqua di cottura, e passateli nell ciotola con il composto che avete preparato in precedenza.(2) Aggiungete il pecorino grattugiato e, se necessario, un mestolo di acqua di cottura, e continuate ad amalgamare, infine unite il prezzemolo tritato e servite la pasta alla carrettiera.(3)

Varianti

Tra le varianti troviamo la pasta alla carrettiera con pomodoro che potete preparare in due modi diversi. Nella prima variante utilizzate dei pomodori freschi, fateli scottare in acqua bollente per circa 30 secondi, poi spellateli e tagliateli a cubetti e metteteli in una ciotola in infusione con olio, aglio crudo, peperoncino, prezzemolo o basilico. Fate cuocere gli spaghetti o i bucatini, scolateli e versateli nella ciotola con il resto degli ingredienti e mescolate, aggiungendo, se preferite, pecorino o della ricotta salata grattugiata. In alternativa potete utilizzare il pomodori pelati: in questo caso aglio e peperoncino saranno rosolati in padella.

Altra variante è la pasta alla carrettiera con tonno, ricetta romana che si prepara con l'aggiunta di pomodoro, funghi e ventresca di tonno, oltre a prezzemolo, aglio e olio extravergine d'oliva: i formati di pasta preferiti per questa preparazione sono gli spaghetti o i bucatini.