ingredienti
  • Panna fresca 500 ml • 600 kcal
  • Zucchero a velo 120 gr • 79 kcal
  • Colla di pesce 6 gr
  • Vanillina 1 bustina • 750 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La panna cotta è un dolce al cucchiaio di origine piemontese, uno dei dessert più classici della cucina italiana, conosciuto e apprezzato in tutto il mondo. La preparazione della panna cotta è davvero semplice, si tratta inoltre di un dolce molto versatile e adatto a ogni stagione, ideale per la merenda o per un dopocena. In questo dessert si incontrano la golosità della panna fresca e l'aroma unico della vaniglia: una volta raffreddata in frigo, la panna cotta sarà poi impiattata e servita con la salsa di accompagnamento che preferite. Ecco come prepararla in pochi e semplici passaggi.

Come preparare la panna cotta

Mettete in ammollo i fogli di gelatina in acqua fredda per circa 10 minuti. Incidete la bacca di vaniglia ed estraete i semini, raschiando con la punta del coltello. In un pentolino versate la panna liquida, lo zucchero, i semi di vaniglia e il baccello. Scaldate a fuoco lento senza farla bollire. Non appena la panna arriverà a bollore spegnete il fuoco ed estraete il baccello. Scolate la gelatina, strizzatela e aggiungetela alla panna calda mescolando con una frusta, fino a quando non sarò completamente sciolta.

Versate la panna cotta in 4 stampini da 150 ml oppure in un unico stampo più grande. Lasciate riposare in frigo per 4-5 ore così da farla rassodare. Trascorso il tempo necessario, sformate la panna cotta e servitela al naturale oppure con la salsa che preferite.

Consigli

Per la preparazione utilizzate panna fresca senza zucchero, altrimenti la panna cotta potrebbe risultare troppo dolce.

Chi preferisce potrà aromatizzare la panna cotta con scorza di limone, da sostituire al baccello di vaniglia.

Secondo la tradizione piemontese, la panna cotta dovrebbe raffreddarsi all'interno di stampini foderati con zucchero caramellato, così da rendere il dolce ancora più goloso.

Potete preparare la panna cotta anche in anticipo, in quanto può essere conservata in frigo per 48 ore.

Se preferite potete preparare la panna cotta con il latte: mettete in ammollo la colla di pesce, scaldate 100 ml di latte in un pentolino, senza farlo bollire. Immergetevi i fogli di gelatina dopo averli strizzati. In un pentolino a parte versate la panna con lo zucchero e la bacca di vaniglia, cuocete a fuoco lento e portate a bollore. Togliete dal fuoco e veratevi il latte con la colla di pesce sciolta e mescolate. Procedete poi con la preparazione della panna cotta come da ricetta.

Varianti

La panna cotta è un dessert versatile, ne esistono infatti diverse varianti che prevedono l'aggiunta di altri ingredienti, come la panna cotta al caramello, servita con una golosa salsa realizzata con zucchero, acqua e contreau. Oppure la panna cotta al caffè, in questo caso si aggiungerà agli ingredienti il caffè della moka. Per i vegetariani, o per chi è intollerante alle sostanze contenute nella gelatina, è possibile preparare la panna cotta senza colla di pesce, che sarà sostituita dall'albume.

Conservazione

Potete conservare la panna cotta in frigo per 4 giorni al massimo, coperta con pellicola trasparente o all'interno di un contenitore ermetico.