ingredienti
  • Farina tipo 00 200 g • 750 kcal
  • Latte 100 ml • 43 kcal
  • Burro 60 gr • 43 kcal
  • Zucchero 40 g • 750 kcal
  • Lievito di birra secco 4 g
  • Sale marino 1 cucchiaino • 286 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

I panini al latte sono dei panini piccoli e morbidi da preparare per pic-nic, buffet e feste. Si possono condire sia con ingredienti dolci che salati e sono facilissimi da preparare: basta preparare il lievito e lavorare la farina con il latte, il resto è davvero semplice.

Come preparare i panini al latte

Mettete il lievito di birra secco in un contenitore (1). Aggiungete a filo il latte intiepidito (2) e mescolate.

Versate lo zucchero (4). Intanto sciogliete il burro a bagnomaria (5) o anche al microonde e aggiungetelo alla farina (6).

Girate con un cucchiaio (7). Aggiungete il sale (8) e lavorate con le mani (9).

Formate un panetto liscio con le mani (10) che metterete a riposare coperto da pellicola per circa 2 ore. Una volta che l'impasto avrà raddoppiato il suo volume, riprendete la pasta (11) e staccate delle palline di circa 50 grammi l'una (12).

Per darle la giusta forma unite i lati aiutandovi con le dita delle mani (13). Fate lo stesso con la parte alta e bassa e ricongiungete con lo stesso punto di prima (14). Pennellate con del latte e fate lievitare 20 minuti. Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 15/20 minuti.

Consigli

Non usate il latte troppo caldo per far sciogliere il lievito. Potete pennellare la superficie dei panini al latte anche con il tuorlo di un uovo. Potete anche cospargere i panini al latte con semi di papavero prima di cuocerli. Questa soluzione è adatta se volete farcirli con affettati, tipo prosciutto o salame, ma anche con hamburger. Sono molto simili a questi i panini all'olio. In realtà si somigliano solo per l'aspetto perché in quelli all'olio non è presente il latte. E soprattutto mentre i primi hanno un sapore neutro i secondi si prestano più a ripieni salati.

Conservazione

I panini al latte si conservano per tre giorni al massimo. Dopo perderanno la loro morbidezza. Se volete potete congelarli anche una volta cotti e non appena saranno freddi. Per scongelarli tirateli fuori qualche ora prima dell'utilizzo.