ingredienti
  • Noodles 250g • 138 kcal
  • Scalogno 1 • 20 kcal
  • Aglio uno spicchio • 79 kcal
  • Arachidi 80g
  • Pasta di pesce 30g
  • Succo di tamarindo 30g
  • Germogli di soia 120g • 49 kcal
  • Gamberi 200g • 85 kcal
  • Salsa di soia 20ml • 750 kcal
  • Olio di semi q.b. • 690 kcal
  • Erba cipollina q.b • 30 kcal
  • Peperoncino q.b
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il Pad Thai è un piatto tipico della cucina thailandese a base di noodles saltati con gamberi, arachidi, germogli di soia e tanto tanto peperoncino. Un piatto che in Thailandia viene servito nei chioschetti per le strade, ottimo ad ogni ora come ogni buon street food che si rispetti, ricco di sapori e molto facile da preparare anche in casa. I noodles di riso vengono saltati nell'apposito wok, un particolare tipo di pentola che troviamo facilmente anche nei nostri negozi e che cuoce il cibo in modo omogeneo. La caratteristica di questo piatto thailandese è il suo equilibrio di sapori diversi: salato, agrodolce e piccante si sposano perfettamente in una ricetta che vi farà innamorare della cucina tailandese! Vediamo come preparare il Pad Thai senza errori!

Come preparare il Pad Thai

Mettete i noodles in una ciotola, copriteli di acqua tiepida e fateli riposare per 5 minuti (1). Prendete il wok, scaldate l'olio di semi e quando sarà arrivato a temperatura versate le arachidi (2). Fatele tostare per qualche minuto mescolando spesso così da evitare che si brucino quindi toglietele dal wok e tenetele da parte. Tritate finemente uno spicchio di aglio e lo scalogno e fateli dorare nel wok (3).

Scolate i noodles ed uniteli al trito di aglio e scalogno in cottura. Versate la salsa di tamarindo, la pasta di pesce, lo zucchero e cuocete a fiamma vivace (4). Unite l'erba cipollina tritata finemente, il coriandolo ed il peperoncino senza smettere di mescolare. Sciacquate i germogli di soia ed uniteli agli altri ingredienti (5). In ultimo unite i gamberi sgusciati e la salsa di soia e mescolate sempre a fiamma vivace (6). Dopo due minuti, quando i gamberi saranno rosolati al punto giusto, unite le arachidi tostate, amalgamate tutti gli ingredienti e servite subito il vostro Pad Thai.

Consigli

La ricetta tradizionale del Pad Thai può essere arricchita e rivisitata in molti modi: potete aggiungere delle uova così da ottenere un effetto noodles strapazzati oppure dei bocconcini di pollo e maiale.

Potete aggiungere le verdure che preferite: carote, cipollotto o peperoni.

Nella versione più ricca potete unire insieme i gamberi, il pollo, il maiale e l'uovo.

Per una versione vegetariana, potete sostituire i gamberi con del tofu tagliato a cubetti.

Non siate timidi con la salsa di soia, è proprio lei che dona quel tocco di sapore in più.

Se, una volta aggiunti i noodles, gli ingredienti dovessero attaccarsi al fondo del wok, aggiungete un bicchiere di acqua tiepida.

Conservazione

Potete conservare il vostro Pad thai in frigo per due giorni, chiuso in un contenitore ermetico.