ingredienti
  • Noci 1 Kg (circa 35 noci intere con il mallo • 660 kcal
  • Zucchero 800 gr • 79 kcal
  • Alcol puro a 95° 1 litro
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il nocino è un liquore tipico della tradizione modenese diffuso in tutta Italia, da preparare all'inizio dell'estate, per gustarlo poi tutto l'inverno. L'ingrediente principale sono le noci, raccolte per tradizione il giorno di San Giovanni, il 24 giugno, o comunque entro i primi di luglio, quando il tempo balsamico delle noci ha raggiunto la perfezione, così da preparare un ottimo nocino fatto in casa. Per la preparazione si utilizzano le noci intere acerbe, quindi ancora verdi, senza eliminare il mallo, tenute a macerare prima nello zucchero e poi messe in infusione in alcool.

Storia e tradizione del nocino

Secondo la tradizione, le noci per la preparazione del nocino, devono essere raccolte nella notte di San Giovanni dalla donna più esperta nella preparazione, che dovrà salire a piedi scalzi sull'albero e staccare a mano le noci migliori,  senza intaccarne la buccia e, soprattutto, senza utilizzare arnesi di metallo che possono far ossidare le noci, compromettendo la riuscita del liquore. È questa la storia che accompagna la realizzazione di questo liquore che sembra essere nato prima in Francia per poi diffondersi in Italia, in particolare a Modena e nel centro-nord. Secondo la leggenda, poi, le noci dopo la raccolta, devono essere lasciate alla rugiada notturna per tutta la notte, prima di passare alla realizzazione del nocino. La preparazione si concludeva la notte del 31 ottobre, alla vigilia di Ognissanti.

Come preparare il nocino

Pulite le noci con un panno umido e lasciatele asciugare. Ora tagliatele in quattro parti, utilizzando preferibilmente un coltello in ceramica, e sistematele in un grande barattolo di vetro dall'apertura larga e privo di guarnizioni in gomma. Aggiungete lo zucchero, mescolate, chiudete il barattolo e tenetelo in un zona soleggiata per 2 giorni. Trascorso il tempo necessario, versate nel barattolo l'alcool a 95°e mescolate. Sistemate di nuovo il barattolo in una zona soleggiata, magari vicino a una finestra che sia esposta al sole almeno per metà giornata. Lasciate in infusione per 45-60 giorni, agitando di tanto in tanto il barattolo così da mescolarne in contenuto. Una volta pronto, filtrate con un panno pulito, lavato senza l'uso di detersivo, e imbottigliate. Il vostro nocino è pronto per essere gustato.

Consigli

Per la preparazione del nocino è importante scegliere il giusto recipiente: dovrà essere in vetro spesso, meglio se scuro, oppure potete utilizzare delle piccole botti in legno di rovere.

Una volta pronto potete assaporare il nocino subito, oppure aspettare un anno, in modo che il liquore si aromatizzi al meglio. Solitamente si aspetta almeno il periodo di Natale per consumarlo.

Per la preparazione di un ottimo nocino è fondamentale anche il tempo di macerazione delle noci in alcool, che dovrà essere di almeno 2 mesi: se non avete fretta, lasciatelo macerare anche per 3-4 mesi. Ricordate poi di filtrare il liquore con un panno di cotone grezzo: se lo avete lavato con il detersivo, sciacquatelo in acqua tiepida e strizzatelo bene.

Potete arricchire la ricetta base aggiungendo degli aromi insieme all'alcool: molto utilizzati la cannella, i chiodi di garofano, le bacche di ginepro e le scorze di limone. Importante però utilizzarne piccolissime quantità, così che il nocino conservi il suo aroma autentico. Per 1 kg di noci, ad esempio, potete aggiungere 4-5 chiodi di garofano, 1 stecca di cannella e 2-3 scorza di limone biologico.

Potete servire il nocino come digestivo, magari dopo un pasto abbondante: la temperatura ideale per gustarlo è compresa tra 16-18 gradi, non tenetelo quindi in freezer, al massimi Ricordate però che, come ogni alcolico o superalcolico, deve essere consumato in piccole  quantità.

Conservazione

Una volta filtrato e travasato in bottiglia, il nocino deve essere conservato almeno per un anno, in luogo fresco e asciutto.