ingredienti
  • Panna fresca 200 gr • 600 kcal
  • Cioccolato bianco 170 gr • 532 kcal
  • Latte 100 ml • 750 kcal
  • Gelatina in fogli 3 gr
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La namelaka, che significa "ultra-cremosa", è una crema mousse, vellutata, soffice e versatile. Si tratta di una preparazione inventata da un pasticcere giapponese della École du Grand Chocolat Valrhona, presente anche nell'Enciclopedia del cioccolato di Frédéric Bau. La namelaka è una crema simile alla ganache: si tratta di una preparazione delicata a base di latte, panna, cioccolato e poca gelatina, senza l'utilizzo di uova, farina o amido. Appena realizzata sarà un po' liquida, per questo dovrà riposare in frigo per almeno 12 ore prima di acquisire una consistenza super cremosa da utilizzare subito per le decorazioni con la sac à poche: in alternativa potete montarla con le fruste elettriche, per renderla più ariosa e delicata. La namelaka è la crema perfetta per farcire crostate, bignè, cupcakes, cream tart e, in generale, per decorare le vostre torte. Può essere aromatizzata in tanti modi diversi, ad esempio al limone, così da adattarla alle diverse preparazioni.

Come preparare la namelaka

Sistemate i fogli di gelatina in una ciotola con acqua, così da farla reidratare. Sciogliete il cioccolato tritato a bagnomaria o nel microonde: in questo caso, posizionatelo a velocità massima per 30 secondi, mescolate e azionatelo ancora per 20 secondi, continuate a mescolate e azionate un'ultima volta per 10 secondi, così da ottenere una crema fluida. In un pentolino fate bollire il latte e aggiungete la gelatina ben strizzata e mescolate, per pochi secondi a faimma lenta. Versate ora il latte caldo un po' alla volta sul cioccolato fuso e ancora caldo. Unite la panna fredda a filo, mescolate con un minipimer per circa 30 secondi, senza inglobare aria. Coprite con la pellicola a contatto con la crema e sistemate in frigo per almeno 8 ore. Trascorso il tempo necessario la vostra namelaka sarà super cremosa: potete quindi utilizzarla subito oppure montarla, se la desiderate più spumosa e ariosa.

Consigli

Nella nostra ricetta abbiamo preparato la namelaka con cioccolato bianco, ma potete utilizzare anche cioccolato fondente o al latte, che sono le tre versioni classiche.

La preparazione di base prevede anche l'aggiunta di glucosio, potete però ometterlo: la namelaka sarà comunque buonissima.

La namelaka può essere aromatizzata in tanti modi diversi: vi basterà aggiungere al latte l'ingrediente che preferite tra scorza di limone o di arancia, vaniglia, cardamomo, caffè, cannella. Potete addiruttura osare aromatizzandola con del timo o altra erba aromatica. Si tratta quinsi di una preparazione versatile, che si presta alla realizzazione di tante ricette creative.

Dopo la preparazione della namelaka è fondamentale il riposo in frigo per permettere alla crema di rassodarsi al punto giusto.

Una volta pronta potete utilizzare la namelaka così com'è da utilizzare nella sac à poche per decorare tartellette, profitteroles o per decorare torte. Se desiderate un effetto mousse, montatela con le fruste elettriche. Potete poi gustarla anche al cucchiaio, magari arricchita con un ingrediente croccante, ad esempio la granola o semplicemente un biscotto.