ingredienti
  • Latte 200 ml • 43 kcal
  • Panna montata 180 ml
  • Tuorli 75 gr • 63 kcal
  • Zucchero bianco 75 gr • 750 kcal
  • Maizena (amido di mais) 8 gr • 750 kcal
  • Vaniglia 1 bacca • 750 kcal
  • Buccia grattugiata di limone 1
  • Pasta sfoglia 300 gr • 470 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La millefoglie è un dolce della tradizione francese ed è preparata con tre strati di pasta sfoglia alternata a crema pasticcera che può essere sostituita con crema chantilly. Conosciuta anche come Napoleon, è perfetta per preparare velocemente una torta di compleanno soprattutto se comprate la sfoglia pronta. La torta millefoglie ha tante varianti, come quella al cioccolato o al pistacchio. La versione proposta in questa ricetta è arricchita con frutti di bosco e fragole.

Preparazione

Realizzate la crema pasticcera in una ciotola capiente separando i tuorli dagli albumi (1). Mescolate i tuorli con l'aiuto di una frusta, aggiungete l'amido e continuate a mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo (2). Aggiungete la vaniglia e la buccia di limone ed incorporate il latte e 50 ml di panna (3).

Portate a completa cottura mescolando costantemente fino ad ottenere la crema pasticcera (4). Fatela raffreddare ed aggiungete il resto della panna che avete fatto montare, unendola alla crema pasticciera con l'aiuto di una spatola (5). Infarinate un piano di lavoro e stendete la pasta sfoglia tenendo uno spessore di circa 3mm (6).

Create dei rettangoli di pasta sfoglia e adagiateli su una teglia ricoperta da carta forno (7). Cuocete in forno a 190°C fino a doratura e fate raffreddare. Prendete il primo rettangolo di pasta sfoglia e spalmate un primo strato di crema chantilly ed amarene con l'aiuto di una spatola (8). Coprite con il secondo disco di pasta sfoglia e spalmate altra crema e continuate ad alternare gli ingredienti fino ad ottenere tre strati. Decorate la superficie della millefoglie ricoprendola con crema chantilly e amarene (9).

Consigli di preparazione

  • Utilizzate le uova a temperatura ambiente e mescolatele il più possibile in modo da ottenere un composto omogeneo e ben areato. Incorporate l'amido poco alla volta e non sostituitelo con la farina per evitare che la crema ne prenda il sapore.
  • Non perdete d'occhio la cottura della crema pasticcera ed appena pronta trasferitela in una ciotola, coprendola con pellicola a contatto. Assicuratevi che sia a contatto per evitare che raffreddandosi la crema formi una pellicola in superficie che, una volta che andrete a mescolare la crema, creerebbe inevitabilmente dei grumi. Fate raffreddare la crema pasticciera in freezer: arrivata a 37°C infatti sviluppa un'alta carica batterica che cala notevolmente grazie allo shock termico prodotto dal raffreddarla in freezer.
  • Unite la panna montata con movimenti dal basso verso l'alto per evitare che smonti, incorporando più aria possibile.
  • Preparate la pasta sfoglia in casa per un risultato certamente differente ma in alternativa potete acquistarla per realizzare la millefoglie più velocemente.
  • Bucherellate la pasta sfoglia prima della cottura per evitare che cresca troppo rendendo difficile consumare il dolce.
  • Lasciate riposare il dolce in frigorifero prima di servirlo per dar modo alla crema di rassodarsi nuovamente.

La storia della torta millefoglie

La millefoglie nasce in Francia intorno alla metà del 1600 e probabilmente è stata realizzata come dessert per la corte con il nome di Napoleon. La ricetta ha subito numerosi varianti durante il corso della storia venendo farcita con crema pasiccera, glassata in superficie o accompagnata da zucchero a velo, quello che le accomuna tutte è l'utilizzo della base principale: la pasta sfoglia. E' chiamata millefoglie infatti grazie alla stratificazione ottenuta dal lavoro di piegatura della pasta sfoglia che in cottura crea numerosissimi, sottili e croccanti strati di pasta arrivando (e superando) in totale anche i mille strati.

Conservazione

Potete conservare la torta millefoglie per un paio di giorni coprendola e tenendola in frigorifero. Ricordate, però, di tirarla fuori dal frigo 3o minuti prima di servirla.