ingredienti
  • Mele 2 kg • 50 kcal
  • Zucchero di canna 500 g • 380 kcal
  • Limone 2 • 600 kcal
  • Acqua 250 ml • 21 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La marmellata di mele è una confettura deliziosa e semplice da gustare sulle fette biscottate e perfetta per farcire torte e crostate. Non è necessario usare le mele cotogne, vanno bene anche delle mele rosse farinose, come in questa ricetta, e potete scegliere di non usare la cannella, se non la gradite. Alcuni la sostituiscono con un po' di zenzero, altri non aggiungono nulla. Per il resto, bastano pochi passaggi per fare una confettura facile e gustosa.

Come preparare la marmellata di mele

Lavate le mele sotto acqua corrente (1). Sbucciatele con un coltello o un pelapatate (2). Tagliatele a cubetti e raccoglietele in un pentola con i bordi alti (3).

Aggiungete una spruzzata di limone per evitare che le mele si anneriscano (4). Mescolate con un cucchiaio, aggiungete lo zucchero di canna e fate macerare per almeno 30 minuti (5). Mescolate ancora e aggiungete dell'acqua (6). Iniziate a cuocere a fiamma dolce con il coperchio.

Girate di frequente e togliete la schiumarola se si forma in superficie (7). Dopo circa un'ora di cottura frullate con il minipimer (8) e fate cuocere ancora un po'. Dopo aver sterilizzato i vasetti e verificato la consistenza della marmellata, versate la confettura bollente nel vetro e capovolgete per creare il sottovuoto (9).

Consigli

Per avere una buona marmellata di mele è meglio sempre far macerare gli spicchi di mele con lo zucchero di canna per almeno 30 minuti prima della cottura. Se amate la confettura con i pezzetti di frutta, non frullate il composto e lasciate cuocere per il tempo richiesto.

Potete usare tutte le qualità di mele per realizzare la marmellata.

Può capitare di trovare la marmellata dura e collosa, una volta messa nei vasetti: ciò succede se cuoce troppo. Per verificare la giusta cottura della marmellata fate la prova del piattino: dovrà essere un po' gelatinosa e scivolare dal piatto. Se non scivola, vuol dire che è troppo cotta: in questo caso diluitela con un po' di acqua. Per recuperare invece una marmellata dura e collosa, una volta aperto il vasetto, riscaldatelo a bagnomaria e, non appena la marmellata si sarà ammorbidita con il calore, diluitela con un po' di acqua.

Varianti

Ci sono molte alternative per gustare la marmellata di mele: l'abbinamento classico per l'inverno è con le pere. Si possono usare anche aromi come zenzero o cannella.

Conservazione

La marmellata di mele può essere conservata anche per un anno se avete rispettato il procedimento per la sterilizzazione dei vasetti.