ingredienti
  • Preparazione per circa 850 gr di marmellata
  • Mandarini 1 Kg
  • Zucchero 400 gr • 600 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La marmellata di mandarini è una conserva invernale dal sapore agrumato e intenso, ideale da spalmare sulle fette biscottate o sul pane tostato, ma ottima anche per farcire cornetti e crostate: l'ideale per chi ama le confetture non troppo dolci. I mandarini saranno prima sbollentati e poi tagliati a pezzi con tutta la buccia, così da rendere la confettura meno aspra, dovranno essere poi frullati e cotti unicamente con lo zucchero, per ottenere un prodotto naturale e genuino. Unica accortezza sarà quella di eliminare tutti i semini prima della preparazione: sarete però ripagati da una squisita conserva. Ecco come realizzarla a casa in pochi passaggi.

Come preparare la marmellata di mandarini

Cominciate la preparazione della marmellata di mandarini con la sanificazione dei vasetti. Nel frattempo sciacquate i mandarini ed eliminate il picciolo. Scaldate l'acqua in un pentolino e, non appena comincerà a bolllire, versateci i mandarini, che dovranno essere sbollentanti per circa 5 minuti. Una volta pronti scolateli e sistemateli su un vassoio rivestito con carta da cucina, lasciate asciugare un po' e poi divideteli in spicchi, lasciando la buccia. Eliminate tutti i semini e frullate per pochi secondi. Versateli poi in una pentola, aggiungete lo zucchero e cuocete a fuoco lento mescolando di continuo: il composto dovrà cuocere per circa 40-50 minuti. Controllate con un termometro da cucina che la temperatura non superi i 108°: raggiunta tale temperatura spegnete il fuoco e frullate la marmellata con il frullatore a immersione. Versate ora la marmellata di mandarini ancora calda nei vasetti sterilizzati, senza arrivare all'orlo. Chiudeteli bene e capovolgeteli, lasciandoli raffreddare. Non appena la marmellata si sarà raffreddata controllate che il sottovuoto sia avvenuto correttamente: premete al centro del tappo e, se non sentirete il click-clack, allora il sottovuoto sarà avvenuto correttamente. Aspettate almeno un paio di settimane prima di gustarla.

Consigli

Per la preparazione di questa marmellata di mandarini fatta in casa, vi consigliamo l'utilizzo di mandarini da coltivazione biologica, in quanto utilizzerete anche la buccia.

Se non avete il frullatore ad immersione utilizzate un passaverdure.

Chi preferisce potrà preparare la marmellata di mandarini senza zucchero bianco, che potete sostituire con lo zucchero integrale di canna, oppure con altri dolcificanti naturali come miele, stevia o sciroppo d'agave.

Conservazione

Potete conservare la marmellata di mandarini in dispensa: un luogo fresco, asciutto e al riparo da luce e calore, per 3 mesi. Una volta aperto il vasetto, mettete la marmellata in frigo e consumatela entro pochi giorni.