ingredienti

La marmellata di cipolle di Tropea è una ricetta originale molto consumata per accompagnare formaggi e bruschette. Ideale per l'aperitivo con gli amici è perfetta se spalmata su tagli di pecorino fresco o provolone, magari piccante. La caratteristica della marmellata di cipolle è il colore rosso, più tendente al viola, che otterrete e un sapore particolare, leggermente agrodolce, che sicuramente vi stupirà. 

Come preparare la marmellata di cipolle.

Affettate sottilmente la cipolla con l'aiuto di un tagliere (1). Riponete il trito in un contenitore (2) e aggiungete lo zucchero di canna (3). 

A questo punto aggiungete lo zucchero semolato (4) e il cognac (5). Mescolate con un cucchiaio (6)  e coprite con una pellicola. Lasciate la confettura a riposo per cinque ore, mescolando di ora in ora. 

Quando saranno trascorse le ore la marmellata avrà tirato fuori un po' di liquido. Mettete a cuocere (7) e girate con un mestolo in legno. Fate attenzione alla schiuma che si forma (8) e rimuovetela se potete. Prendete dei vasetti, che avrete sterilizzato prima, e versate la marmellata. Rinchiudete e capovolgete (9) per far rassodare la marmellata di cipolle. Servitela il giorno dopo con formaggi o pane.

Consigli.

Non è necessario aromatizzare la marmellata di cipolle con il cognac, potete usufruire del sapore aspro dell'aceto di vino per evitare l'uso di alcolici. Altra idea è aggiungere, a chi piace, un pizzico di peperoncino per rendere la marmellata di cipolle piccante.

Un ingrediente che rende la confettura perfetta è l'alloro: vi occorrerà aggiungerne qualche foglia in cottura giusto per dare l'aroma giusto alla preparazione. L'abbinamento ideale non è solo con il formaggio o con il pane ma anche con dei tagli di carne saporiti. Un esempio? Usate la carne di manzo bollita che avrete cotto e rosolato nel trito di verdure. Al sapore asciutto della carne rimedierete con uno strato di marmellata di cipolle che renderà tutto più morbido e avvolgente.

Conservazione.

Potete conservare la marmellata di cipolle per un paio di mesi al massimo. È necessario che sia riposta in un luogo asciutto e fresco. Non dimenticate che è sempre una confettura, quindi una volta aperta deve essere richiusa bene, per evitare muffe, e conservata in frigorifero.