ingredienti
  • Spezzatino di maiale 450 gr
  • Peperoni 2 • 79 kcal
  • Cipolla 1 • 21 kcal
  • Ananas 2 fette • 40 kcal
  • Olio di semi d'arachide Q.B. • 690 kcal
  • Per la pastella
  • Acqua 120 ml • 750 kcal
  • Farina tipo 00 4 cucchiai • 750 kcal
  • Maizena (amido di mais) 2 cucchiai • 750 kcal
  • Bicarbonato di sodio 1 cucchiaino
  • Uova 1 • 79 kcal
  • Olio di semi d'arachide 1 cucchiaio • 690 kcal
  • Sale marino Q.B. • 286 kcal
  • Per la marinatura
  • Vino di riso 1 cucchiaio
  • Salsa di soia 1 cucchiaio • 750 kcal
  • Maizena (amido di mais) 1 cucchiaio • 750 kcal
  • Per la salsa agrodolce
  • Vino di riso 1 cucchiaio
  • Ketchup 1 cucchiaio
  • Zucchero 1 cucchiaio • 750 kcal
  • Maizena (amido di mais) 1 cucchiaio • 750 kcal
  • Succo di ananas 1 cucchiaio
  • Acqua 2 cucchiai • 750 kcal
  • Salsa d'ostriche 1 cucchiaio (facoltativo)
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Il maiale in agrodolce ( o 咕嚕肉 –  Gūlǔ ròu) è una ricetta tradizionale cinese a base di carne di maiale pastellata e cotta insieme a peperoni, ananas e salsa agrodolce. La ricetta ha origini nella regione cantonese, oggi conosciuta come Guangdong, e, secondo la ricetta originale del maiale in agrodolce, bisogna bilanciare bene i sapori in modo da ottenere un equilibrio tra l'agro e il dolce. Durante la prima fase di preparazione, il maiale viene tagliato a cubetti e fritto in pastella. Nella seconda parte, si prepara la marinatura e si unisce il maiale alla salsa agrodolce, ai peperoni e all'ananas. Durante la fase di cottura, infine, la frittura non deve perdere la sua croccantezza.

Tagliate a cubetti la carne di maiale, mettendola poi a marinare con un cucchiaio di  salsa di soia, vino di riso e amido di mais (1). Tagliate i peperoni prima a listarelle larghe tre centimetri e poi a tocchetti (2). Iniziate a preparare la pastella unendo farina, amido e bicarbonato, incorporando poi man mano l'acqua ed aggiungendo infine l'uovo (3).

Mescolate la pastella con una frusta fino ad ottenere un composto completamente liscio (4). Preparate la salsa agrodolce unendo tutti gli ingredienti in una ciotola e mescolando fino ad amalgamarli (5). Trasferite la carne marinata all'interno della pastella (6).

Versate l'olio di semi all'interno di una padella capiente e dai bordi alti, aggiungete la carne pastellata e lasciate cuocere a fuoco alto per circa tre minuti (7). Mettete ad asciugare il maiale cotto su carta assorbente e cuocete i peperoni per circa cinque minuti (8). Unite la carne di maiale e la salsa agrodolce e cuocete cuocere per circa un minuto per caramellare (9). Servite il maiale in agrodolce con riso basmati o pilaf.

Consigli di preparazione

Preparare questo piatto non è difficile, basterà seguire qualche piccolo accorgimento elencato qui di seguito (per gli ingredienti più particolari quali vino di riso, salsa di soia o salsa d'ostriche [facoltativa] potete trovarli in supermercati ben forniti, in alimentari con prodotti biologici o in alimentari orientali):

  • Tagliate la carne della stessa grandezza in modo che la cottura sia uniforme, eliminando il grasso in eccesso.
  • Stesso discorso vale per i peperoni, quindi tagliateli della stessa grandezza in modo che la cottura e consistenza sia uniforme.
  • Massaggiate la carne con la marinatura e copritela a contatto con pellicola, quindi lasciatela marinare per almeno un'ora prima di utilizzarla.
  • Incorporate l'acqua per la pastella poco alla volta in modo che non si formino grumi.
  • Montate la pastella con l'uovo a sufficienza in modo che l'aria incorporata la aiuti, insieme al bicarbonato, a crescere in cottura e risultare perfetta.
  • Aggiungete la carne poco alla volta in cottura in modo che non si attacchi tra loro e la temperatura non diminuisca, evitando che la carne assorba l'olio e invece formi una pastella croccante.
  • Mantecate per l'ultimo minuto all'onda o con un cucchiaio di legno in modo che la carne e i peperoni vengano ricoperti dalla salsa agrodolce, i cui zuccheri contenuti all'interno caramelleranno tutti gli ingredienti.

Cenni storici

La ricetta del maiale in agrodolce è originaria della Cina così come la salsa agrodolce, ingrediente principe di questa ricetta,  nasce proprio lì sebbene abbia subito modifiche e rivisitazioni viaggiando anche in Europa e America.
Originariamente infatti la salsa agrodolce era composta soltanto da aceto di riso e zucchero ma poi come spesso accade  anche viaggiando di regione in regione alcuni elementi cambiano. Nello specifico infatti la ricetta che andiamo a preparare oggi è tipica del Guangdong 广东. E’ chiamata anche salsa del popolo a causa del basso costo degli ingredienti con cui veniva preparata e la larga diffusione. Durante la rivoluzione culturale di Mao pare che il partito comunista cinese distribuisse alla popolazione questa salsa per favorire il simbolo nazionalista cinese per il colore della salsa e gli ingredienti provenienti da elementi poveri. Molti scritti inoltre attribuiscono l’origine di questa salsa nella provincia dello Hunan, regione che ha dato i natali proprio a Mao Zedong.

Conservazione

Il maiale in agrodolce può essere conservato per un giorno coprendolo e tenendolo ad una temperatura di circa 8-10 gradi, anche se è consigliabile consumarlo immediatamente dopo averlo preparato.