ingredienti
  • Lasagna per 12 persone
  • Ragù 1 kg circa
  • Sale marino q.b. • 1 kcal
  • Olio d'oliva q.b. • 901 kcal
  • Polpette 6oo g circa
  • Uova 4
  • Parmigiano grattugiato 100 g • 374 kcal
  • Ricotta di pecora 500 g • 174 kcal
  • Fior di latte 500 g • 240 kcal
  • Sfoglia fresca per lasagna 500 g
  • Per il ragù
  • Pancetta di maiale 400 g
  • Salsiccia di maiale 300 g
  • Braciole di maiale 400 g
  • Cipolla 2
  • Alloro 3 foglie
  • Chiodi di garofano 2
  • Vino rosso 60 ml
  • Passata di pomodoro 1,5l • 18 kcal
  • Sale marino q.b. • 1 kcal
  • Pepe nero q.b.
  • Per le polpette
  • Ragù 400 g (solo carne)
  • Parmigiano grattugiato 100 g • 374 kcal
  • Mollica di pane raffermo 100 g • 300 kcal
  • Sale marino q.b. • 1 kcal
  • Pepe nero q.b.
  • Olio d'oliva q.b. • 901 kcal
  • Uova 2
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le lasagne sono un piatto simbolo del Carnevale anche se non si preparano nella versione classica. Le lasagne di Carnevale sono una tradizione partenopea e del Sud Italia e si preparano il giovedì o il martedì grasso in base alle usanze delle famiglie. Si tratta di un piatto molto elaborato che richiede diverse fasi di preparazione e un po’ di tempo a disposizione, ma il risultato è eccezionale e non vi farà pentire della fatica fatta.
Insomma, non vi resta che seguire la ricetta delle lasagne di Carnevale, realizzarle e arricchire la vostra tavola anche con le chiacchiere, le castagnole e tutte le prelibatezze di questo periodo di festa.

Come si prepara la lasagna di carnevale napoletana?


Preparate il ragù. Tagliate in piccoli pezzi, circa 1×1 cm, la carne (1) ed eliminate il budello dalla salsiccia. Tagliate la cipolla a fette e mettetela in un tegame con un po' d'olio (2), quando sarà ben appassita, aggiungete la carne e fate rosolare per bene unendovi l'alloro ed i chiodi di garofano ben pestati. Sfumate con il vino rosso, salate e pepate e, a questo punto, potrete unire la passata di pomodoro (3) e lasciare cuocere coperto per almeno due ore

Quando il ragù sarà pronto, potrete preparare le polpette. Scolate dal sugo 400 g di carne e frullatela. Aggiungete a questa due uova, la mollica ridotta in piccoli pezzi, il parmigiano, il prezzemolo, un filo d'olio ed aggiustate di sale e pepe (4). Il composto dovrà risultare compatto e malleabile (5). Create da questo delle polpettine non più grandi di una ciliegia (6) e fatele fritte. Nel frattempo, fate quattro uova sode.
Dividete la carne del ragù dal suo sugo, a questo aggiungete la ricotta (7) sino ad ottenere una crema. Create gli strati della vostra lasagna. Iniziate con un filo d'olio, un po' di crema di ricotta, uno strato di pasta e poi crema di ricotta, pezzetti di mozzarella, fettine di uovo sodo, polpettine e la carne del ragù (8), chiudete lo strato con la pasta e continuate la sequenza terminando l'ultimo strato con pasta, crema di ricotta, parmigiano, polpettine (9) e, se volete, anche un po' di mozzarella.
Fate cuocere in forno statico per circa 20-25 minuti a 200°C.

Consigli.

  • Se doveste avere l’impressione che ci sia poca parte liquida nel condimento, aggiungete mezzo bicchiere di latte lungo i bordi;
  • se durante la cottura vi sembra che la lasagna si stia asciugando troppo o rimanga cruda, potete anche inserire una ciotola d’acqua nel forno così da aumentare l’umidità all'interno;
  • oltre alla mozzarella ed al parmigiano, provate ad aggiungere anche qualche cubetto di caciocavallo e nel ragù un po’ di salame, darete un gusto ancora più deciso alla vostra lasagna.

Curiosità.

Sembra che la prima ricetta delle lasagne di Carnevale risalga all’800 con Ippolito Cavalcanti che dà loro il nome di “Gattò di lavagnette alla Buonvivino”, ne aveva parlato anche Goethe che nel raccontare i suoi ricordi dell’Italia parlava di una pasta di “fine semolino”; questa affermazione ci fa scoprire una particolarità, oggi però non sempre rispettata, dovete sapere, infatti, che la tradizione vuole che queste lasagne diano realizzate non con pasta all’uovo, ma con una sfoglia di semola di grano duro.

Perché si chiamano lasagne di Carnevale?

Veniva e viene preparata durante il periodo del carnevale perché essendo così ricca era un modo per dare poi il via al periodo di magra della Quaresima.

Varianti.

Lasagne alla bolognese.

Sono forse la versione più conosciuta di questo piatto anche all’estero, preparate con il ragù alla bolognese, diverso di nel tipo di carne utilizzata (di norma metà manzo e metà maiale) utilizzandola direttamente macinata che nella cottura. Altro ingrediente simbolo di queste lasagne è la besciamella che invece non troviamo nella versione napoletana.

Lasagne vegetariane.

Le lasagne vegetariane sono un’alternativa per chi non mangia carne, ma anche per chi voglia provare una nuova variante. In base alla stagionalità dei prodotti, potrete realizzarle usando la zucca, i carciofi, il radicchio, i funghi, ma anche spinaci e pesto, ad esempio. Non ponete limiti alla fantasia.

Lasagne di pesce.

Anche una variante con il pesce è un’ottima alternativa, dai crostacei al pesce azzurro., ma anche le cozze o il salmone. Lasciatevi ispirare.

In tutte le varianti potrete sperimentare utilizzando la besciamella, la ricotta o formaggi vari dalla mozzarella al caciocavallo. La regola base è che comunque ci sia una parte cremosa e abbastanza umida così da permettere la cottura della pasta.