ingredienti
  • Per 15 palle di riso
  • Riso 500 gr ribe o roma
  • Zafferano 1 busta piccola • 310 kcal
  • Maiale 350 gr di carne trita mista
  • Piselli 150 gr • 48 kcal
  • Salsa di pomodoro 200 gr
  • Cacio 150 gr grattugiato
  • Uova 3 • 79 kcal
  • Farina di riso 200 gr • 360 kcal
  • Pangrattato 400 gr senza glutine • 21 kcal
  • Sale marino q.b. • 286 kcal
  • Pepe nero q.b. • 79 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Chi è celiaco sa bene quante difficoltà si incontrano a trovare al ristorante o in pizzeria una degna frittura all'italiana. In questi casi il problema non è solo la panatura esterna, ma anche l'uso di olio già contaminato dall'immersione della farina. Noi però siamo a casa e il secondo problema non si pone affatto. Non volendo strafare – almeno per il momento – ci occupiamo dei soli arancini di riso. Per la panatura esterna possiamo usare uno dei tanti prodotti che troviamo in farmacia e che si compongono di farina di frumento il cui amido è deglutinato. Un'alternativa valida e forse preferibile viene dal market sotto casa, che, se siete fortunati, vi potrà proporre una panatura di farina di mais, con tanto di spiga barrata che vi garantisce la composizione gluten free. Con questo prodotto ne guadagnerete sicuramente in croccantezza.

Ora passiamo all'aspetto pratico. Premettiamo che non esiste una ricetta, così come non esiste un sola tipologia di arancino. Esiste quello rotondo, quello "a pera", con il sugo di pomodoro e – per quanto ci si allontani dalla tradizione – persino di pesce. Noi ci occuperemo semplicemente di quello rotondo, più diffuso nell'area di Palermo, con un po' di pomodoro.

Lessate il riso in una pentola con poca acqua salata, aggiungendo a metà cottura la bustina di zafferano. Attendete che il cereale si cuocia e che assorba l'acqua. Una volta cotto, aggiungete il cacio grattuggiato e tre cucchiai di olio che controbilancino la tendenza alla secchezza del formaggio. Girate con un mestolo in modo tale da distribuire equamente gli ingredienti. A questo punto passate al ripieno, sbollentando i piselli in acqua salata. Fatto ciò, dedicatevi alla carne, da far soffriggere con olio e pepe e a cui aggiungere la passata di pomodoro (potete anche usare un po' di concetrato, se vi piacciono i sapori forti) e i piselli. Fate cuocere il tutto per 15 minuti o poco meno, dopodiché dedicatevi al riso che raccoglierete, porzione dopo porzione, nella vostra mano affinché si formi la caratteristica forma sferica. Prendete poi ogni palla di riso e con il cucchiaio scavatevi al centro un piccolo spazio entro cui inserire, sempre con il cucchiaio, il condimento. Ripetuta l'operazione fino ad esaurimento del riso, in sequenza passate ogni palla di riso nella farina senza glutine, nell'uovo sbattuto e infine nel pangrattato (sempre senza glutine). Ora siamo pronti per immergere gli arancini nell'olio d'oliva bollente!

[Foto di G. Melfi]