ingredienti
  • Patate 2 • 661 kcal
  • Uova 1 • 750 kcal
  • Fagiolini 2 manciata
  • Piselli 1 manciata • 48 kcal
  • Capperi qb • 25 kcal
  • Olive verdi denocciolate, qb • 142 kcal
  • Carota 1
  • Maionese 150 gr • 690 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

L'insalata russa è un antipasto freddo che si prepara con pezzetti di verdure cotte e crude, piselli e maionese.

Perché l'insalata russa si chiama così?

Secondo diverse ipotesi, l'insalata si chiama russa perché fu introdotta da un cuoco francese in Russia dove, però, è chiamata Insalata Olivier dal nome del cuoco, Lucien Olivier. L'origine dell'insalata russa è ancora dibattuta ed è un piatto che cambia nome fuori dall'Italia: in Danimarca, ad esempio, si chiama "insalata italiana" e in Russia si chiama "Insalata Olivier" dal suo inventore. Infatti la sua nascita viene attribuita a Lucien Olivier, cuoco francese di origine belga che lavorava in un famoso ristorante di Mosca, che creò questa ricetta nella seconda metà dell'Ottocento. Si narra che, per una cena importante, preparò un pasticcio di pernici, quaglie e code di gamberi ricoperto di gelatina e maionese. Per guarnire il tutto, usò i tartufi, le patate, i sottaceti e le uova. Uno degli ospiti osò mescolare il tutto rovinando la creazione originaria di Olivier che, in seguito, offeso, lo servì così. Il piatto "sbagliato" piacque talmente tanto che, in poco tempo, venne apprezzato in tutte le case di Mosca. Per altri, però, l'insalata russa non è veramente russa ma italiana e fu la creazione di un cuoco alla corte dei Savoia a fine Ottocento.

Oggi si prepara soprattutto a Natale, la ricetta varia di famiglia in famiglia ma ha sempre come ingredienti principali le verdure e la maionese. Può servire anche in bicchierini monoporzione o sulle tartine.

Come preparare l’insalata russa

Per la ricetta dell'insalata russa tradizionale, pulite bene i fagiolini, privandoli delle estremità (1), e metteteli a lessare in abbondante acqua. Eliminate le estremità dalla carota (2), sbucciatela (3) e mettetela a bollire in acqua.

Lessate le patate (4), i piselli e l’uovo. Una volta cotti tutti gli ingredienti, mettete i fagiolini e le carote in una ciotola (5) e schiacciate con una forchetta fino a che non saranno completamente spezzettate (6).

Unite le olive denocciolate (7), le patate schiacciate (8) e mescolate il tutto continuando a schiacciare.

Aggiungete i piselli (10) e lavorate con la forchetta. Sgusciate l’uovo (11) e aggiungetelo al resto dell’insalata. Schiacciatelo per bene insieme al resto degli ingredienti. Aggiustate di sale e aggiungete un goccio d’olio. Unite la maionese e mescolate per bene (12). Livellate l’insalata russa con un cucchiaio e decorate la superficie con olive e maionese. Lasciate riposare in frigorifero prima di servire.

Come presentare l'insalata russa: 3 modi alternativi

Tapas di insalata russa

Le tapas di insalata russa sono perfette per un buffet e si prestano per le festività natalizie. Sono belle da vedere, pratiche da mangiare e possono essere preparate anche all'ultimo momento.

Insalata russa nel bicchiere

Se cercate l'impatto scenografico, l'insalata russa presentata nel bicchiere è quel che fa per voi. Ve la consigliamo per un aperitivo o se state organizzando una cena finger food.

Tartine di insalata russa

La creazione di queste deliziose tartine di insalata russa vi ruberà un po' più di tempo ma niente paura perché potrete preparare un antipasto raffinato, perfetto per le feste di Natale o per il cenone di Capodanno. Create le crostatine con la pasta frolla salata e riempitele con l'insalata russa che avete fatto in precedenza.

Consigli

Le verdure devono essere tagliate uniformemente e devono essere al dente e non mollicce. Se usate i sottaceti, metteteli quando le verdure si presentano ancora tiepide.

Potete preparare l'insalata russa con o senza uova sode oppure optare per una versione light sostituendo la maionese con lo yogurt.

Scegliete sempre piselli freschi oppure surgelati: evitate quelli in barattolo già lessati perché contengono molta acqua e sono troppo morbidi.

Per mantenere le verdure sode e dal colore vivo, subito dopo averle lessate mettetele in una ciotola con acqua ghiacciata per pochi secondi, e poi fatele asciugare su un panno di cotone pulito.

Varianti

Un'insalata russa speciale è preparata da Benedetta Parodi con la giardiniera, i carciofini, i cetriolini, un bicchiere di aceto bianco, patate, carote e maionese. Se cercate, invece, qualcosa di veramente particolare e speciale, preparate l'insalata shuba, un antipasto russo molto particolare a base di verdure bollite, pesce affumicato, uova, maionese e barbabietola rossa.

Conservazione

L’insalata russa si conserva per circa tre giorni in frigorifero in un recipiente ermetico, ma solo se avete utilizzato una maionese industriale. Se invece avete usato la maionese fatta in casa sarebbe meglio consumarla nella stessa giornata in cui la si prepara o al massimo il giorno dopo, perché l’uovo crudo rischia di andare a male con grande facilità.