ingredienti
  • Polpo 800 gr • 79 kcal
  • Sedano 1 • 21 kcal
  • Carota 1 • 21 kcal
  • Alloro 3 foglie
  • Sale marino q.b. • 750 kcal
  • Pepe nero q.b. • 79 kcal
  • Olio extravergine di oliva q.b. • 79 kcal
  • Prezzemolo q.b. • 79 kcal
  • Limone 1 • 600 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

L’insalata di polpo è un secondo piatto fresco tipico della cucina mediterranea. Si serve anche come antipasto, in bicchieri monoporzione, ed è una ricetta che si accompagna bene a contorni come verdure e patate. Si può preparare facilmente in casa ma, naturalmente, bisogna prestare attenzione alla cottura e alla qualità del polpo che utilizzate.

Come si fa l'insalata di polpo verace

Cominciamo dal polpo da comprare: questo mollusco può essere verace o di sabbia. Il primo, caratterizzato da una doppia fila di ventose sui tentacoli, ha una carne più morbida e un sapore più delicato. Il secondo ha tentacoli più lunghi, una sola fila di ventose, ma soprattutto una carne meno pregiata. Il consiglio è di preferire sempre quello verace per la vostra insalata. L’importante è comunque che il pesce sia fresco: ve ne accorgerete dall’intenso profumo di mare, dalla brillantezza della pelle e dalle carni sode.

Come si pulisce il polpo

Sciacquate il polpo sotto acqua corrente e strofinatelo con le mani. Asciugatelo e posizionatelo su un piano d’appoggio. Con un coltello tagliate occhi e becco con piccole incisioni all’altezza degli occhi e della bocca. Battete poi la carne con un batticarne per almeno 10 minuti per renderla più tenera. Risciacquate ed estraete le interiora. Con le mani continuate a strofinare per rimuovere la patina viscida che ricopre il pesce e asciugatelo. A questo punto, il polpo è pronto per essere lesso.

Preparazione

Una volta pulito il polpo, tenetelo da parte. Cominciate versando in una pentola con acqua le carote, il sedano, le foglie di alloro, l’aglio, il pepe e il sale. Quando l’acqua comincerà a bollire, immergeteci i tentacoli del polpo per fare arricciare le punte. Ripetete questa operazione almeno 4 o 5 volte.

Poi, immergete il polpo intero e fatelo cuocere a fuoco basso per 30 minuti, coprendo con un coperchio. Quando sarà pronto, scolatelo e ponetelo in una ciotola con acqua e ghiaccio per bloccarne la cottura.

Dopo qualche minuto, stendete il polpo su un piano d’appoggio e tagliatelo a pezzi piccoli. Versateli in un recipiente, mescolando con succo di limone e prezzemolo tritato. Condite con sale, olio e pepe.

La vostra insalata di polpo è pronta per essere servita. Se volete che sia fredda e non tiepida, lasciatela riposare in frigo per almeno un’ora.

Conservazione

L’insalata di polpo può essere conservata in frigorifero per due giorni in un contenitore chiuso ermeticamente o coperto da pellicola trasparente. Se avete utilizzato ingredienti decongelati, non conservate in freezer. Se il polpo è fresco può essere pulito ed eviscerato e poi congelato per almeno una settimana.

Consigli

  • I tempi di bollitura variano comunque in base alle dimensioni del mollusco, per questo va controllato pungendo la carne con una forchetta. Attenzione alla cottura: il pesce deve essere sempre ben cotto, soprattutto se avete a cena donne in gravidanza.
  • Potete accompagnare la vostra insalata di polpo con un bicchiere di vino bianco di medio corpo.
  • Se le carni del polpo sono molto dure oppure scotte in alcuni punti, la cottura del polpo è stata sbagliata, probabilmente perché è stato fatto cuocere per ore a temperature superiori ai 100°.

Varianti

L’insalata di polpo è un piatto tipico della cucina italiana e mediterranea. Numerose sono le varianti: la differenza tra le varie versioni è in genere nel contorno. Ecco quelle più conosciute:

  • insalata di polpo con patate: fate cuocere il polpo nell’acqua con le verdure come indicato nella ricetta originale. Trascorsi almeno 25 minuti, lavate le patate e immergetele intere e con la buccia nella pentola con il polpo. Quando il pesce sarà cotto, scolate il polpo, riponetelo su un tagliere e tagliatelo a pezzi. Togliete anche le patate, sbucciatele e tagliatele a fette grosse. Unite polpo e patate in una ciotola ampia e condite con olio, prezzemolo tritato, aglio, pepe e sale. Servite fredda o tiepida, aggiungendo anche delle olive taggiasche a completare il piatto;
  • con verdure: pesce e verdure sono un incontro perfetto per un'insalata colorata ed equilibrata. Tagliate delle zucchine e scottatele in acqua bollente, poi scolatele e asciugatele. Fate la stessa cosa con i pomodorini e i peperoni. Versate tutte le verdure in una ciotola insieme al polpo già cotto. Condite con olio d’oliva, sale e un po’ di aceto di mele. Il risultato sarà un piatto unico da leccarvi i baffi;
  • calda: soprattutto nei mesi invernali potrete servire questa pietanza appena pronta. Una volta scolato e tagliato il polpo, lo condite e lo consumate immediatamente invece di farlo raffreddare;
  • in pentola a pressione: potete cucinare il polpo in pentola a pressione, riducendo i tempi di cottura. Lavate il polpo e mettetelo in un tegame di questo tipo insieme all’acqua e alle verdure previste dalla ricetta originale. Lasciate cuocere per un minuto dal fischio e raffreddare dentro all’acqua di cottura;
  • insalata di mare: il polpo è protagonista della cosiddetta insalata di mare, antipasto freddo composto anche da cozze, vongole, gamberetti e calamari.

Calorie

L’insalata di polpo è una ricetta molto gustosa ma soprattutto leggera. Oltre ad avere poche calorie (ne sono solo 202 per porzione), è anche un alimento ricco di ferro, calcio, fosforo e potassio. È privo di grassi e per questo consigliato se si è a dieta.