ingredienti
  • Quinoa 200 g • 372 kcal
  • Fagioli borlotti 250 g
  • Cipolla 1/2 • 26 kcal
  • Basilico 1 manciata • 15 kcal
  • Sale q.b. • 661 kcal
  • Timo 1 spolverata • 661 kcal
  • Olio extravergine d’oliva 30 ml • 750 kcal
  • Pangrattato q.b. • 351 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Gli hamburger di quinoa sono un secondo piatto alternativo alla classica ricetta a base di carne. Ottima soluzione per i vegetariani ma anche una gustosa scoperta per i tradizionalisti. Inoltre è una pietanza che, grazie all'uso di pochi ingredienti e tutti di origine vegetale, è adatta anche a intolleranti al lattosio e vegani. Con gli hamburger di quinoa poi, siete certi che farete una scorta di proteine. E che dire della riuscita? Una consistenza croccante all'esterno e molto morbida dentro che farà impazzire davvero tutti.

Come preparare gli hamburger di quinoa

In un mixer mettete i fagioli borlotti insieme al basilico (1). Frullate il tutto (2) fino a ottenere una purea. A parte, in un tegame dai bordi alti riempito con dell'acqua, cuocete la quinoa (3).

Salate leggermente (4) e condite con olio extravergine d'oliva. Riponete il tutto in una ciotola capiente (5) in cui aggiungerete i fagioli frullati (6).

Lavorate con una forchetta (7) e aggiungete un po' di cipolla spezzettata, il timo e il basilico tritato (8). Unite, infine, il pangrattato (9).

Quando la consistenza diventa ben solida (10) formate delle palline con le mani umide (11) che riporrete in una placca da forno rivestita da apposita carta (12).

Date la forma rotonda e schiacciata con un pressacarne (13) e continuate fino a esaurimento ingredienti (14). Mettete l'olio in superficie e cuocete in forno ventilato per 15 o 2o minuti finché non saranno dorati in superficie (15). Servite gli hamburger di quinoa caldi.

Consigli

Se il sapore dei fagioli borlotti è troppo intenso potete tranquillamente sostituirli con i cannellini, sicuramente più leggeri. Chi non digerisce la cipolla può eliminarla del tutto o cuocerla insieme alla quinoa, in modo che non risulti troppo pesante. Allo stesso tempo, se il gusto del timo non lo gradite, potete utilizzare solo il basilico tritato.

Varianti

Per arricchire questa ricetta si possono usare per esempio delle verdure fresche, come zucchine, carote o spinaci. Per una soluzione sbrigativa invece cuocete gli hamburger di quinoa in padella con un po' di olio extravergine d'oliva. Avete ospiti e volete prepararli in occasione di un buffet? Preparate i mini hamburger di quinoa. Vi basterà infatti fare dei burger più piccoli rispetto alla classica ricetta e vedrete che risultato sfizioso.

Conservazione

Riponete gli hamburger di quinoa in un contenitore ermetico per alimenti in frigorifero. Consumateli entro uno o due giorni al massimo.