ingredienti
  • Zucchero bianco 170 gr • 750 kcal
  • Acqua 300 ml calda • 21 kcal
  • Acqua 300 ml bollente • 21 kcal
  • Caffè 30 gr solubile • 1 kcal
  • Per decorare
  • Zucchero a velo q.b. • 79 kcal
  • Panna montata spray, q.b. • 335 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

La granita al caffè è un dessert che si può preparare anche in casa e senza gelatiera. La preparazione è simile alla granita al limone siciliana e può essere accompagnata a un dolce tipico della Sicilia per esaltare l'aroma del caffè. Vediamo come fare una buona granita di caffè in casa.

Come si fa la granita al caffè

Mettete 300 ml di acqua in un pentolino e portatela a bollore. Spegnete il fuoco e mettete l'acqua in un recipiente

aggiungete il caffè solubile

mischiate bene il tutto per far sciogliere il caffè. Lasciate raffreddare.

In un altro recipiente mischiate lo zucchero semolato con gli altri 300 ml di acqua, in questo caso dovrà essere acqua calda ma non bollente, girate in continuazione fino a quando lo zucchero non sarà completamente sciolto. Fate raffreddare lo sciroppo.

Dopo colate lo sciroppo di zucchero nel caffè e mischiateli per bene quando entrambe i liquidi saranno freddi. Mettete il tutto in un recipiente che dovrete poi inserire nel freezer, munito di coperchio ermetico.

Mettete il recipiente in freezer e, ogni 45 minuti, tirate fuori il recipiente dal freezer, rimestate il tutto con una forchetta per rompere i cristalli che si saranno formati via via che il congelamento procede. Rimettete il tutto in freezer.

Continuate così fino a quando la granita non sarà pronta. Ci vorranno circa sei ore ma molto dipende dalla temperatura a cui tenete il vostro freezer.

Il bello di questa ricetta è che dopo aver rotto i cristalli di ghiaccio quelli non si riuniranno più a formare un unico blocco e la granita resterà bell'e pronta in freezer. All'occorrenza basterà dare una rimestata con una forchetta per avere una granita dalla consistenza pastosa (come quella che vedete in foto) pronta da servire.

In ultimo montate della panna con qualche cucchiaio di zucchero a velo e mettetela in ogni bicchiere come base alla granita e poi, sopra, come generosa decorazione della stessa. Servite subito.

Granita al caffè: come farla in casa col bimby

Per preparare la granita al caffè col bimby occorrono 300 gr di caffè, 300 gr di acqua e 180 gr di zucchero. Inserite nel boccale sia l'acqua che lo zucchero, settate 5 min., 70° e Vel.2. Aggiungete, adesso, il caffè e mescolate a Vel.1 fino a farlo amalgamare. Fate raffreddare il tutto e versate il composto all'interno dei contenitori per fare il ghiaccio a cubetti, dopodiché metteteli in freezer.

Fate trascorrere dodici ore, poi mettete i cubetti congelati all'interno del boccale e settate 30 Sec. Vel.6 Spatolando.

Curiosità

A Roma, in zona Pantheon, c'è da anni un coffee shop chiamato La Tazza d'Oro. Questo locale è famoso tra i romani (e non solo) soprattutto per la sua granita di caffè con doppia (e abbondante) panna che viene servita in grandi bicchieri di plastica trasparente. Da sempre amo le granite e quella al caffè è proprio una delle mie preferite, ispirandomi a La Tazza d'Oro ho quindi pensato di creare una granita doppia panna home made, per chiunque voglia provare l'emozione di avere in frigo un dessert subito pronto con cui deliziare i propri ospiti nelle giornate estive. Le granite (così come i sorbetti) sono un dessert tipicamente estivo, forse ancor più dei gelati, per il semplice fatto di essere composte solamente di acqua, zucchero e succhi ghiacciati. E' facilissimo realizzarle in casa e il bello è che si possono conservare a lungo.

La granita al caffè, per esempio, si conserve per giorni del freezer e, a bisogno, può essere servita ai vostri ospiti, con l'unica accortezza di ricoprirla da una generosa dose di panna montata. L'esperimento che vi presento oggi sotto forma di ricetta è riuscito così bene che presto mi dedicherò alla creazione dei cugini delle granite, i sorbetti di frutta, realizzati con succhi, o meglio polpe di frutta fresca (come albicocche, pesche, meloni) o anche succhi di agrumi (per un semplice sorbetto al limone) sostituendo il caffè solubile e l'acqua bollente con della purea di frutta.