ingredienti
  • Spinaci 250 g • 24 kcal
  • Ricotta di mucca 250 g
  • Olio extravergine di oliva 30 ml • 79 kcal
  • Aglio 1 spicchio • 79 kcal
  • Sale marino q.b. • 750 kcal
  • Parmigiano grattugiato 40 g • 79 kcal
  • Noce moscata 1 spolverata
  • Uova 1 • 750 kcal
  • Farina tipo 00 50 g • 750 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Gli gnudi sono un primo piatto originario della Toscana appartenente alla tradizione rustica ed è una pasta fatta in casa, a forma di polpette, ripiena di ricotta e spinaci. Sono diffusi nella Maremma e nei dintorni del Mugello e il nome deriva dalla parola "nudo" perché l'impasto si prepara senza rivestimento esterno e si farcisce con gli ingredienti per la pasta all'uovo. Gli gnudi sono un piatto molto equilibrato, leggero e si preparano molto velocemente.

Come si preparano gli gnudi

Sbucciate e affettate lo spicchio di aglio (1). Lavate gli spinaci e, con un coltello, tagliateli in orizzontale per avere delle foglie sottili (2). Metteteli in una padella ad insaporirsi con l'aglio e l'olio (3).

Trasferite gli spinaci in una ciotola e aggiungete la ricotta (4). Lavorate insieme, aggiustate di sale e spolverizzate con la noce moscata. Aprite l'uovo e mescolate (5). Aggiungete la farina, il parmigiano e ancora un po' di noce moscata (6).

Impastate con le mani (7) e formate delle palline (8). Proseguite fino ad esaurimento ingredienti (9). Bollite gli gnudi e serviteli col condimento che preferite.

Consigli

Per ottenere degli spinaci ancora più compatti frullateli con il minipimer. Evitate di bollirli perché l'acqua darà problemi durante la lavorazione dell'impasto. Il condimento più noto degli gnudi è a base di burro e salvia ma è molto apprezzata la variante al sugo di pomodoro o con il ragù di carne. Potete anche usare un tipo di ricotta diverso per l'impasto: per dargli più sapore usate quella di bufala.

Varianti

Gli gnudi possono essere fatti senza uova o al forno: i primi risultano sicuramente più leggeri e adatti per i vegani, i secondi più appetitosi perché vengono gratinati al forno. Per avere un sapore più speziato aggiungete anche del timo, della maggiorana o alloro. Allo stesso modo, se apprezzate il sapore piccante, fate saltare gli spinaci con un po' di peperoncino fresco o in polvere.

Conservazione

Gli gnudi, così come tutta la pasta fredda, rendono di più se consumati subito. Potete prepararli la mattina e consumarli a pranzo oppure il pomeriggio per mangiarli la sera. Potete congelarli chiusi in un contenitore ermetico per freezer prima della cottura.