ingredienti
  • Robiola 250 • 338 kcal
  • Pan grattato 60 gr
  • Parmigiano 40 gr • 374 kcal
  • Salame Napoli 60 gr
  • Uova 1 • 21 kcal
  • Sale marino Q.B. • 750 kcal
  • Pepe nero Q.B. • 79 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le frittelle di robiola e salame sono delle crocchette davvero saporite a base di robiola impastata insieme a parmigiano, pangrattato, sale pepe e salame tagliato a cubetti e farcite con un cuore filante di mozzarella.

Tagliate il salame a fette, rimuovete la pellicina e tagliate in cubetti molto piccoli (1). In una ciotola capiente ponete la robiola, il pangrattato, il parmigiano ed il salame tagliato a cubetti (2). Impastate con le mani fino ad ottenere un composto sotto e lavorabile. Iniziate a porzionarlo schiacciandone un disco sul palmo della mano e ponete al centro il cubetto di formaggio (3).

Formate allo stesso modo tutte le frittelle e lasciatele riposare in frigo per almeno un'ora (4). Sbattete leggermente un uovo in una ciotola ed in un altro versate del pangrattato. Passate le frittelle all'interno dell'uovo sbattuto e poi nel pangrattato. Ripetete l'operazione ancora una volta e friggete in olio profondo fino a completa doratura (5).

Consigli di preparazione

Le frittelle di robiola hanno bisogno di pochissimi passaggi e pochi ingredienti, ciò nonostante possono nascondere qualche insidia. Sarà quindi sempre meglio seguire qualche piccolo accorgimento per assicurarsi un ottimo risultato ad ogni preparazione:

  • Tagliate il salame in cubetti piccoli in modo da favorirvi nell'impasto prima e nella masticazione poi.
  • Rimuovete il latticello in eccesso della robiola prima di versarlo nella ciotola in modo da evitare che il composto risulti troppo umido.
  • Impastate tutti gli ingredienti insieme fino ad ottenere un composto compatto ed aggiungete se necessario  mano a mano un po' di pan grattato.
  • Lasciate riposare le frittelle in frigo per almeno un'ora dopo averle composte in modo che si compattino per favorirvi nei passaggi successivi.
  • Ripassate due volte le frittelle di robiola e salame all'interno dell'uovo e del pan grattato per una panatura più croccante ma anche per isolare meglio la robiola che altrimenti si scioglierebbe rovinando inevitabilmente la ricetta.
  • Scaldate sufficientemente l'olio prima di cuocere le frittelle per evitare che si impregnino dello stesso: immergete uno stuzzicadenti all'interno dell'olio e se noterete delle bollicine prodursi immediatamente intorno al legno allora la temperatura sarà ideale.

Conservazione

Le frittelle di robiola e salame possono essere conservate per un giorno coprendole e tenendole in frigorifero.