ingredienti
  • Filetti di baccalà dissalati 450 gr
  • Farina 00 150 gr • 43 kcal
  • Acqua ghiacciata 200 ml • 79 kcal
  • Lievito in polvere istantaneo per salato 2 gr
  • Prezzemolo tritato q.b. • 79 kcal
  • Sale fino q.b. • 21 kcal
  • Pepe nero q.b. • 79 kcal
  • Olio di semi d’arachide q.b. per friggere • 690 kcal
Le calorie si riferiscono a 100 gr di prodotto

Le frittelle sono preparazioni sempre gradite, sia dolci che salate, che piacciono a grandi e piccini. Nella nostra ricetta prepareremo delle gustose frittelle di baccalà, un'alternativa sfiziosa al classico baccalà fritto che si prepara solitamente per il cenone della Vigilia. Potete preparare questi squisiti bocconcini come antipasto o finger food per deliziare i vostri ospiti in ogni occasione. La preparazione è davvero semplice: il baccalà dissalato sarà tagliato a pezzetti e passato in una pastella realizzata con farina, lievito in polvere, erbe aromatiche e acqua. I cubetti di merluzzo saranno poi fritti in abbondante olio caldo fino a doratura. Ecco come prepararle.

Come preparare le frittelle di baccalà

Private il vostro baccalà dissalato della pelle con l'aiuto di un coltello affilato, tagliatelo poi a pezzetti e sistematelo in una ciotola con il prezzemolo tritato. In un'altra ciotola mettete la farina e il lievito in polvere, aggiungete l'acqua ghiacciata e mescolate bene con una frusta fino ad ottenere una pastella liscia e senza grumi. Aggiungete poi il baccalà, salate, pepate, mescolate il tutto. Coprite con la pellicola trasparente e lasciate riposare per circa mezz'ora in un luogo fresco. Scaldate abbondante olio in un tegame capiente fino a quando l'olio non sarà caldo, ma non bollente: la temperatura ideale è 175° che potrete misurare con un termometro da cucina. Immergete i bocconcini di baccalà in pastella nell'olio caldo, pochi alla volta e friggete fino a farli dorare, girandoli spesso. Non appena le frittelle saranno ben dorate sollevatele con una schiumarola e adagiatele su carta assorbente, così da eliminare l'olio in eccesso. Le vostre frittelle di baccalà sono pronte per essere servite ben calde.

Consigli

Se avete a disposizione il baccalà non dissalati, fateli ammorbidire in acqua per 48 ore, così da eliminare tutto il sale.

Chi preferisce potrà anche sminuzzare il baccalà prima di aggiungerlo alla pastella per realizzare delle frittelle ancora più morbide, simili alle zeppole di pasta cresciute, le squisite frittelle salate tipiche della cucina povera napoletana

Potete sostituire il prezzemolo con la maggiorana o con l'erba aromatica che preferite. Inoltre potete utilizzare per la pastella acqua frizzante, sempre ghiacciata.

Per rendere ancora più gustose le vostre frittelle di baccalà potete aggiungere alla pastella delle olive nere sminuzzate oppure dei pomodori secchi.

Per conservare le frittelle di baccalà ben calde, potete sistemarle in coni di carta per fritti.